Juventus » diretta live » Pagelle » Juventus-Sampdoria, ecco le pagelle dei bianconeri

Juventus-Sampdoria, ecco le pagelle dei bianconeri

Claudio Marchisio (Getty Images)

JUVENTUS-SAMPDORIA PAGELLE / TORINO-

Buffon 5: irriconoscibile, quando sembrava una partita tranquilla, la sua papera ha rimesso in gioco una Sampdoria che era in balìa dell’avversario. Non impeccabile nemmeno sul gol d’Icardi
Barzagli 6,5: un’incertezza che poteva costare cara, ma riesce a rimediare con la consueta caparbietà, non si possono imputare a lui i gol subiti da Buffon
Bonucci 6,5: tecnicamente efficace, con chiusure difensive e aperture, di cui una splendida su Padoin, s’innervosisce con l’arbitro che lo ammonisce ingiustamente
Peluso 5: delude al debutto, si ricorda solo su incursione con un cross d’esterno da cui per poco non scaturisce il gol, leggero in fase difensiva dove non riesce ad arginare Icardi
Padoin 6: attacca la fascia costantemente e sforna cross per gli avanti bianconeri. Un giocatore prezioso dal  punto di vista tattico, che meriterebbe la conferma in questo gruppo
Marchisio 6,5: grande prima frazione di gioco, corre in lungo e largo e grazie a un suo inserimento nell’area doriana si conquista il rigore che sblocca la partita. Nella ripresa un po’ sottotono per la botta rimediata in occasione del penalty, ma encomiabile nello stringere i denti e rimanere in campo fino al crollo che fa temere un infortunio serio per il “principino”
Pirlo 6,5 : primo tempo d’applausi, la sua solita regia, cala nella ripresa insieme a tutta la squadra
Pogba 6,5: gioca come se fosse un veterano, con aperture alla Pirlo. Più gioca e più dimostra la sua qualità e sempre al servizio della squadra
(70′ Giaccherini 6,5): la sua verve mette in ambasce la difesa sampdoriana
De Ceglie 6: il solito tran tran, senza infamia e senza lode
(61’Vucinic 6): entra per dare una scossa, fa qualcosa di buono ma non riesce a essere decisivo sotto porta
Matri 5,5: un po’ macchinoso nel girarsi, non riesce a creare seri pericoli, tranne nell’occasione di un netto rigore negato su di lui nel primo tempo
(61′ Quagliarella 5,5): si fa notare per una sponda di testa ma anche lui non riecse a sovvertire una partita che per colpa dell’arbitro si è fatta complicata
Giovinco 6,5: grazie a un’azione partita dai suoi piedi, ha conquistato un rigore che lui stesso ha trasformato con sicurezza. sempre pericoloso quando punta l’uomo, nel forcing finale non riesce a essere incisivo

All. Antonio Conte 6: sbagliata forse la formazione iniziale, con Peluso preferito a Caceres, non riesce a cambiare il match nel secondo tempo dopo l’inaspettato pareggio della Sampdoria

Diego Pedullà