Juventus » diretta live » Pagelle » Juventus-Fiorentina, ecco le pagelle dei bianconeri

Juventus-Fiorentina, ecco le pagelle dei bianconeri

Mirko Vucinic

 

JUVENTUS FIORENTINA PAGELLE – Ecco le pagelle della Juventus:

Buffon 6: Spettatore non pagante. Fa un solo intervento decisivo nel primo tempo. Poi più nulla.

Barzagli 7,5: Un gigante. Contro la squadra della sua città compie un’altra prestazione praticamente perfetta. Il muro della Juventus è lui. Nonostante gli manchino i partner soliti come Bonucci e Chiellini, guida il reparto con autorevolezza e gli attaccanti della Fiorentina rimbalzano su di lui.

Marrone 6: Dev’essere un pò più ‘cattivo’, in senso calcistico, nelle chiusure difensive. Ma è un percorso che sta compiendo visto che, come sappiamo, nasce centrocampista centrale. Nel primo tempo Jovetic lo sposta con troppa facilità creando un pericolo. Per il resto è comunque attento e fa ripartire l’azione.

Peluso 6: Non commette errori grossolani e viste le sue ultime apparizioni, è già una buona notizia. Preferito all’ultimo a Caceres cerca di fare il suo senza strafare e approfitta della scarsa vena di Jovetic e compagni. Dopo l’uscita di De Ceglie si sposta sulla fascia sinistra. Ammonito, era diffidato, salterà la gara con la Roma.

Lichtsteiner 6,5: Sta molto bene dal punto di vista fisico e morale. Si propone svariate volte sulla fascia destra, sforna assist, e prova il gol in prima persona con un tiro al veleno parato da Viviano.

Vidal 7,5: Il gol del 2-0 di Matri è per metà suo. Mette a terra in maniera straordinaria una palla velenosa, supera Savic e mette il compagno davanti al portiere. In mezzo altre giocate di grande spessore. Un campione.

Pirlo 6,5: Non è al meglio, quindi si limita a fare il suo. Ma le cose che fa sono sempre ottime. Lanci millimetrici, ordine al gioco bianconero e se la Juve va al riposo col doppio vantaggio è anche grazie a lui che viene lasciato libero dagli avversari, ed è libero di fare quello che vuole. Cala alla distanza, ma si gestisce in vista di martedì.

Marchisio 6,5: Recuperato in extremis, non sembra nemmeno che è reduce da un infortunio. Solita partita fatta di inserimenti offensivi, di chiusure e ripartenze. Salterà il match con la Roma in quanto, diffidato, è stato ammonito.

De Ceglie 6,5: Finalmente il De Ceglie che vorremmo sempre vedere. Grande spinta sulla fascia sinistra e grande attenzione a Cuadrado che non è un cliente facile. Esce per infortunio, ma non ha demeritato.

(dal 15′ st Caceres) 6: Prende il posto di Peluso che scala a sinistra e presidia la sua zona. La Fiorentina, specie nel secondo tempo, è assente.

Vucinic 7: Genio e sregolatezza, come suo solito. Segna un grandissimo gol con un tiro imparabile per Viviano, e poi qualche minuto dopo fallisce la doppietta a tu per tu col portiere viola. Nel mezzo è comunque prezioso, ma per l’ennesima volta deve uscire per infortunio ed è a rischio per la Champions.

(dal 16′ st Giovinco) 6: Vuole il gol anche per recuperare qualche posizione nelle gerarchie di Conte, ma non ci riesce. Se Vucinic non riuscirà ad essere presente a Glasgow potrebbe approfittarne lui. Staremo a vedere.

Matri 7: Periodo di grande grazie per Matri che dalla doppietta al Cagliari non si è più fermato. E’ il suo momento, lui ne approfitta e segna un gol… scalzo. Lo scarpino gli esce al momento del tiro, ma il 2-0 entra lo stesso. Poi fallisce un’altra buona occasione nel secondo tempo su assist di Lichtsteiner.

(dal 31′ st Pogba) s.v.: Entra che ormai la Juve ha messo in cassaforte la vittoria. Sabato lo vedremo probabilmente titolare a Roma per la squalifica di Marchisio.

Allenatore Conte (in panchina Alessio) 7: La sua Juve dimostra con i fatti che è pronta per la Champions League. Annulla completamente una Fiorentina che a detta di tutti gioca il miglior calcio in Italia e zittisce tutte le critiche piovute ultimamente alla squadra. E’ la miglior prestazione del 2013 e avviene a tre giorni dall’impegno col Celtic. E’ di buon auspicio questo.

Marco Orrù