Juventus » esclusive » Celtic-Juventus, il grido di battaglia di Andrea Pirlo

Celtic-Juventus, il grido di battaglia di Andrea Pirlo

Andrea Pirlo

 

JUVENTUS CELTIC PIRLO – Preso d’assalto dai giornalisti scozzesi al suo arrivo a Glasgow, Andrea Pirlo ha risposto cortesemente a tutte le domande che gli sono state fatte. Ecco le sue parole, riportate da ‘Tuttosport’: ”Siamo pronti a tutto. Abbiamo visto come il Celtic ha battuto il Barcellona, ma forse noi siamo maggiormente preparati nell’adattarci meglio di quanto abbiano fatto i catalani: loro praticano un calcio fantastico ma il Celtic ha vanificato il loro gioco con la foga. Insomma, qualunque partita decida di fare il Celtic, noi siamo pronti a reagire: se vogliono giocare a calcio, giocheremo a calcio, se vogliono combattere, siamo pronti ad andare in battaglia. Forse è stato un sorteggio fortunato per quanto riguarda la qualità delle forze in campo, ma affrontiamo di certo la squadra più pericolosa di tutte dal punto di vista della determinazione e della grinta. E questo lo sappiamo bene. Abbiamo dimostrato nel girone che la Juventus è tornata nel club delle grandi d’Europa e siamo consapevoli di avere le possibilità di vincere la Champions, ma i nostri pensieri sono solo alle prossime due difficilissime partite contro il Celtic: non sarà un ostacolo agevole, ma possiamo superarlo ed essere i favoriti non è un problema per noi. Più o meno sappiamo cosa ci aspetta domani, ma nella Juventus ci sono giocatori che hanno vinto un Mondiale e giocato una finale degli Europei, è difficile spaventarci. Al di là della bellissima vittoria contro il Barcellona, penso che il Celtic abbia giocato una splendida partita contro lo Spartak Mosca. Hanno parecchi ottimi giocatori, mi piace il greco Georgios Samaras : è un grande centravanti. Ma penso che la forza del Celtic sia soprattutto l’allenatore e la sua determinazione. Ci sono, insomma, tutti gli ingredienti perché venga fuori una partita emozionante per il pubblico e bella da giocare per noi: l’atmosfera sarà magnifica e ci saranno due squadre che non penseranno certo a difendersi. Spero che le energie spese in campionato contro la Fiorentina non pesino troppo: in Champions devi essere sempre al top fisicamente per poter competere e noi abbiamo bisogno di fare un buon risultato a Glasgow per conquistare la qualificazione ai quarti”.

Marco Orrù