Juventus » esclusive » Calciomercato, ESCLUSIVO/ Agente Giovinco: “Seba resta dove sta”

Calciomercato, ESCLUSIVO/ Agente Giovinco: “Seba resta dove sta”

Sebastian Giovinco (Getty Images)

CALCIOMERCATO JUVENTUS GIOVINCO / TORINO – Nonostante le critiche, immeritate, Sebastian Giovinco si è conquistato ancora una volta la nazionale, dimostrando che non sono solo io, il direttore di JuveLive, come mi è stato detto a credere ancora in lui. Ho deciso quindi di contattare personalmente, in ESCLUSIVA, il suo agente Claudio Pasqualin. Al termine di un’avvincente chiacchierata, per la quale ringrazio il gentilissimo avvocato, sono rimasto della mia idea, cioè che Giovinco è un giocatore da Juventus.

Gentile avvocato, parliamo di Sebastian Giovinco. Perchè tutte queste critiche nei confronti del suo assistito?
“Ci sta che ognuno esprima la sua opinione, è un diritto. Ci vorrebbe però più equità di giudizio, c’è una disparità di voti che non è proprio possibile. Sono perplesso”.

Seba inizia a risentirne, in campo non è tranquillo e lo dimostra anche la partita di Bologna. Come vive il periodo il ragazzo?
“Ha le spalle larghe Sebastian. E’ sereno. Alla fine contano i fatti e ora che parliamo lui dov’è? In Nazionale. Le critiche fanno parte del gioco, sono 40 anni che vivo questo ambiente e ne ho viste tante. Il calcio è bello anche per questo. Sta nell’onestà morale dei giornalisti, che credo tutti possiedano, provare a formare e informare la gente comune. Fino a prova contraria Giovinco è titolare nella squadra in testa alla classifica e che si giocherà col Bayern Monaco i quarti di finale di Champions League. Non capisco cosa si cerchi di più da questo ragazzo. La cosa che mi fa ridere è che si dice sempre che i suoi gol non contano. Ma da quando i gol pesano invece di essere contati? Negli almanacchi si contano, non si pesano”.

Il futuro?
“La interrompo subito. Non c’è alcun dubbio, nessuno ha mai profilato per l’anticamera del cervello la possibilità di vedere Giovinco via da Torino. Parlerò con la società per il rinnovo, non per la cessione!”.

M.F.