Juventus » Juventus news » Juventus, Conte: ”Io all’Inter? Mai dire mai. Sarò sempre il tifoso n.1 delle squadre che alleno”

Juventus, Conte: ”Io all’Inter? Mai dire mai. Sarò sempre il tifoso n.1 delle squadre che alleno”

Antonio Conte (getty images)

 

CONTE JUVENTUS INTER CONFERENZA STAMPA – Come al solito la conferenza stampa di Antonio Conte offre sempre spunti interessanti. Ecco alcune delle sue parole, alla vigili del match con l’Inter, riportate dall’edizione online del Corriere dello Sport: ”Nel calcio siamo dei professionisti quindi mai dire mai in tutte le situazioni, anche quella di poter allenare l’Inter. Anche perché rbadisco che sono tifoso della Juve, il primo tifoso, ma se dovessi allenare Inter, Milan, Roma e Lazio sarei il primo tifoso di quelle squadre e forse questo qualcuno non lo vuole capire. Sono stato primo tifoso dell’Arezzo, del Siena, dell’Atalanta, del Bari. Io sono un professionista e il mio comportamento e l’atteggiamento sarebbe uguale in qualsiasi situazione. Io faccio di tutto, nei limiti del lavoro, per far vincere la mia squadra. La cosa fondamentale è avere la disponibilità di chi alleno. Ritocchino in vista del Bayern Monaco? Chi mi conosce sa che la partita della vita è quella che arriva e quindi per noi la partita con la “P” maiuscola è quella contro l’Inter. Ho letto tante ipotesi in questi giorni sul fatto che la partita è quella con il Bayern, ma sono tutte sbagliate e prive di fondamento. Vogliamo riconfermarci in campionato e non bisogna fallire certe partite, come quella contro l’Inter. Innazitutto perché c’è tradizione e poi perché affrontiamo una grande squadra e la Juve vuole dare seguito ad un trend iniziato prima della sosta. Devo considerare tanti fattori: i nazionali, chi è rimasto ad allenarsi a Vinovo e che ha dimostrato grande disponibilità. Schiererò la formazione migliore per ottere il massimo, come per altro farà l’Inter di Stramaccioni. Ci concentreremo solo sull’Inter senza pensare al Bayern. Dobbiamo fare delle valutazioni precise: Vucinic sembra che abbia un po’ di febbre quindi…è una piccola anticipazione…”.

Marco Orrù