Juventus » Juventus news » Juventus-Pescara, Conte: ”Domani gioca Storari”

Juventus-Pescara, Conte: ”Domani gioca Storari”

Antonio Conte (getty images)

 

CONTE JUVENTUS – Ecco le principali parole della conferenza stampa pre-partita di Antonio Conte, evidenziate da JuveLive.it: ”Se riuscissimo a vincere per il secondo anno consecutivo lo scudetto sarebbe qualcosa di meraviglioso, fantastico. Turnover? Non credo che qualche mio giocatore venga a chiedermi di riposare, le scelte spettano a me e decido io. Sarebbero stanchi anche per il Bayern. Ma non l’ha mai fatto nessuno e non lo faranno i miei ragazzi. Farò comunque delle valutazioni su giocatori che hanno giocato tantissimo in stagione e hanno bisogno di lavorare in maniera specifica. Qualcuno non riposerà, ma lavorerà, che è diverso. Domani gioca Storari perchè Buffon già dopo l’Inter era debilitato per un attacco influenzale e si sta allenando non benissimo. Storari sarebbe titolare in qualsiasi squadra di Serie A. Campionato riserve al lunedì? In altri Paesi, Spagna, Germania e Inghilterra lo utilizzano. Se si deciderà per questo e la decisione porterà buoni frutti ben venga, altrimenti se ci faranno perdere tempo non lo si deve fare. Sarà la lega e la FIGC a decidere, possibilmente senza recare danni a nessuno. Anelka? A Monaco era in tribuna per scelta tecnica. Ci è andato anche Giaccherini in tribuna, che è un Nazionale, non dimenticatevi di lui. In campo col Pescara? Sceglierò chi sta meglio. Lo scudetto deve essere ancora conquistato, non perdiamo di vista la realtà. Noi in 17-18 mesi siamo tornati in alto, questa è la realtà, anche Heynckes lo ha detto. Ci siamo rialzati da due settimi posti e dalla bomba Calciopoli. Questa è la realtà. I tifosi devono capire che stiamo facendo qualcosa di straordinario. Le vittorie non si conquistano dall’oggi al domani, nessuno lo deve pensare. Facile dire la parola ‘vincere’, ma non facile da attuarla. Marchisio ha la tonsillite? Nessuno mi ha avvertito, i dottori non mi hanno detto nulla, quindi onestamente penso che non abbia nulla, perchè altrimenti mi arrabbierei con lo staff medico che non mi ha avvisato. Questa tonsillite è stata totalmente inventata. Sta benissimo, si è allenato tranquillamente, è vivo e vegeto. Domani voglio vedere la bava alla bocca da parte di tutti, non dobbiamo sottovalutare il Pescara, non voglio cali di tensione. Sarebbe davvero un peccato fallire l’obiettivo reale dello scudetto. Tutti gli altri sono sogni, che hanno pochissima percentuale di avverarsi. Stiamo umili, la presunzione uccide. Il mio percorso alla Juve si concluderà quando non avrò più entusiasmo. Adesso ho l’entusiasmo di vincere lo scudetto assieme ai miei ragazzi. Se a qualcun altro questo entusiasmo è passato ritorni con i piedi per terra. Capisco il tifoso che vuole sempre vincere, ma il tifoso non fa valutazioni tecniche e attente perchè vuole vincere. La tradizione della Juventus vuole essere una squadra che ha vinto tanto in passato. Calciopoli ha diviso quei tempi da questi e ci vuole tempo per ricostruire. L’anno scorso abbiamo fatto un miracolo. Cali di tensione tra i miei ragazzi non ne ho visti. Domani per noi è un impegno fondamentale per aggiungere un mattone alla classifica. E’ più importante la partita di domani rispetto a quella contro il Bayern. Questa è realtà, la Champions è irrealtà. Domani giocano sia Marrone che Asamoah. Il ghanese sta facendo fatica dopo la Coppa d’Africa. Tornando indietro gli avrei dato 10 giorni di riposo, sta pagando, ma è un essere umano. Ho comunque fiducia in lui”.

Marco Orrù