Juventus » Juventus news » DIRETTA LIVE, segui la conferenza stampa di Conte su JuveLive

DIRETTA LIVE, segui la conferenza stampa di Conte su JuveLive

Antonio Conte (getty images)

 

Sarà possibile seguire in diretta live su JuveLive.it la conferenza stampa di Antonio Conte a partire dalle ore 15,30.

15,54: ”Jovetic? Ha un prezzo elevato, penso anche che sia giustificato perchè è un grande top player che può crescere ancora. E’ inevitabile che andrà in una squadra che quei soldi ora li ha. Qua in Italia non li abbiamo. Tevez con la dieci? Mi viene da sorridere. Non è il numero che conta, èp quello che fai in campo e fuori. Quello conta, per me si può mettere anche il 124 sulla maglia, è relativo. E comunque dico che la vita va avanti. Io avevo l’8, poi sono andato via e altri hanno preso quel numero. La vita va avanti, la Juventus rimane. L’importante è onorarla al meglio, con sudore, voglia e passione e dimostrare sul campo”.

15,50: ”Oggi come oggi per una squadra, per un top club è importante sempre centrare la qualificazioni in Champions, per questioni economiche. E’ la cosa più importante oggi. Personalmente, è inevitabile che vorrei sempre vincere, ma capisco anche chi si accontenta di arrivare in Champions. Le nostre rivali per lo scudetto? Da qui a fgine agosto ci saranno tante squadre che si rinforzeranno ancora. Il Napoli con i soldi di Cavani prenderà ottimi giocatori e poi ha un grande tecnico come Benitez, uno straordinario allenatore. Comunque ribadisco che avrei preferito che Cavani rimanesse a Napoli, anche perchè ora loro avranno tanti soldi da spendere. C’è l’Inter che ha preso un ottimo allenatore. Poi c’è il Milan che nel girone di ritorno ha perso solo con noi e da gennaio ha Balotelli. C’è la Fiorentina che sta facendo fatti e non parole e Gomez la fa diventare una squadra che può ambire a traguardi importanti. Comunque tanti acquisti di livello europeo, il nostro calcio ne usufruirà”.

15,47: ”Con Llorente e Tevez è diminuito il divario col Bayern? E’ troppo semplice così. Anche le altre si sono rinforzate, vedi Neymar al Barça e Gotze al Bayern. Non è questione di giocatori. Noi dobbiamo lavorare per migliorare. Gli altri a livello economico stanno avanti. Noi con 20 milioni prendiamo 3 giocatori, loro con 36 milioni ne prendono uno. Il Bayern ha preso Gotze, il Borussia Mkhitaryan e il Psg ha preso Cavani facendo un regalo al Napoli che avrà tanti soldi da reinvestire. Io avrei preferito che Cavani rimanesse a Napoli, l’abbiamo sempre battuto…”.

15,44: ”E’ il terzo anno che ci apprestiamo a vivere dopo due annate strepitose. Vincere ancora sarebbe storico. Nella storia della Juventus solo negli anni ’30 si sono vinti più scudetti consecutivi. Sappiamo che sarà difficile ripetersi, ma per i concetti che ho espresso prima, se li applicheremo possiamo farcela. Al di là di chi arriva e chi parte, l’importante è che tutte le caratteristiche che chiedo ci siano. Molto dipenderà dallo zoccolo duro della nostra squadra. Ma sono sicuro che tutti avranno le motivazioni giuste per continuare a vincere. Ci sono 6 attaccanti? Non so che succerà, vedremo. Io non ho preferenze, Conte sceglie in base a quanto il giocatore fa vedere ul campo e agli allenamenti. L’ho sempre fatto. Nessun problema per averne così tanti”.

15,42: ”Altre cessioni? Per ora c’è un gruppo di calciatori a cui io sono molto legato e non finirò mai di ringraziarli per questi due anni. Oggi sono tutti miei calciatori e li allenerò come ho esmpre fatto, con entusiasmo e passione”.

15,39: ”Le operazioni di mercato sono state avallate anche dal sottoscritto, con la società siamo un tuttuno, sia nel bene, che nel male. Abbiamo operato nel migliore dei modi, tenendo conto della crisi finanziaria che è presente. Dopo un acquisto, c’è subito una cessione, per forza dev’essere così. Abbiamo le idee chiare. Giaccherini? E’ inevitabile fare qualche rinuncia dolorosa. In tempi di crisi bisogna recuperare per esempio i 9 milioni spesi per Tevez. Ogni singola partenza di questi ragazzi che hanno lavorato con me sarebbe un dolore. Ma capisco le esigenze della società. Anche al giocatore è stato proposto un contratto importante. Comunque non sono certo contento che Giaccherini va via”.

15,37: ”Due anni fa non c’era certo questo entusiasmo, ma la squadra non viveva un periodo facile. I questi due anni ci siamo riappropriati del nostro nome, in Italia e nel mondo. Comunque il passato per me non conta, conta l’oggi e il futuro. Non ricominciamo da zero, abbiamo due anni di lavoro alle spalle, ma se non c’è disponibilità, umiltà da parte di tutti e voglia di migliorarsi non andremo da nessuna parte”.

15,35: ”Se sono contento della campagna acquisti della società? Innanzitutto parlo oggi per dare la possibilità a tutti di ascoltare le nostre parole, e poi perchè in vacanza non volevo avere rotture di scatole… La campagna acquisti? Stiamo operando per crescere ancora. Lavorare e crescere ancora, sono i due verbi utilizzati da me fin dal primo anno. Stiamo aggiungendo elementi per migliorare, tenendo conto dei problemi economici del nostro Paese. Aumentare la qualità dell’attacco spendendo solo 9 milioni è una cosa straordinaria. Merito del nostro staff che lavora benissimo”.

15,34: Ecco il mister. Ci siamo!

15,33: Praticamente tutto pronto nella sala stampa dello Juventus Stadium per la conferenza stampa di Antonio Conte. Pochi minuti e partiamo con la diretta.