Juventus » Juventus news » dal campo » Juventus-Inter, le pagelle del match

Juventus-Inter, le pagelle del match

Javier Zanetti cerca di contrastare Asamoah - Getty Images

JUVENTUS-INTER PAGELLE –  Ecco le pagelle del match:

JUVENTUS –
Buffon 6: compie un prodigio su Palacio, che però era in fuorigioco. Respinge malamente un tiraccio di Guarin, dal quale poi nascerà il gol di Alvarez;
(60′ Storari) sv: poco più di una parata su Nagatomo, spettatore non pagante;
Caceres 6.5: il più tonico del terzetto difensivo, che oggi sostituiva l’acciaccato Barzagli. Prova incoraggiante, prenota un posto per la Supercoppa?;
Bonucci 6: ancora in ritardo di condizione, Bonnie va in difficoltà quando l’Inter attacca la profondità. Difficile per criticare un giocatore del genere, che sicuramente recuperata la condizione diventerà di nuovo il leader della difesa bianconera;
(77′ Ogbonna) sv
Chiellini 6: leggasi sopra discorso fatto per Bonucci, anche Chiello risente dell’impegno in Confederations Cup;
Lichtsteiner 6: trotta sulla corsia di destra alla ricerca della migliore condizione e dopo che nelle prime partite era stato ‘costretto’ nella difesa a tre. La benzina è poca, ma la voglia di ricominciare tanta;
(60′ Isla) 6: si sistema sulla destra senza strafare, giocando la palla semplice e correndo molto;
Vidal 6.5: rispetto ai colleghi di centrocampo ha quella grinta che si a nei match di grande importanza, corre e si danna in mezzo al campo alla ricerca della giocata decisiva;
Pirlo 5.5: la condizione è veramente ancora lontana, si vede da errori come quello che porta al gol di Alvarez che un Pirlo al 100% non farebbe. Si rende pericoloso su punizione soprattutto nel secondo tempo quando coglie il palo, ma deve ancora crescere dal punto di vista fisico;
Marchisio 6: anche lui imballato ancora in una notte caldissima, non riesce a dare il suo apporto decisivo. Nella ripresa però rischia di fare un eurogol di tacco su palla servita da Tevez;
Asamoah 6.5: nel primo tempo si esibisce con un tacco sopraffino, che libera Tevez, dimostrando di avere anche grande qualità. Quando però deve spingere non risparmia anche cattiveria agonistica e grande dinamismo. Esce esausto nella ripresa;
(59′ De Ceglie) 6: sulla corsia si da da fare, senza riuscire però a impreziosire la gara con cross decisivi;
Tevez 6: migliora l’argentino la sua condizione, riuscendo a macinare km e servire ai compagni pregevoli palloni come quello che Marchisio devia di tacco verso Carrizo;
(70′ Llorente) sv
Vucinic 6.5: sostituisce Llorente che aveva giocato sempre da titolare in questa tournee americana. Lo fa con piglio e grande voglia, forse anche perchè di fronte alla concorrenza vuole far sentire che lui c’è. Conquista il rigore dell’1-1 con esperienza e gioca sempre fra le linee con grande dinamismo;
(70′ Giovinco) 6: entra immediatamente in partita con la voglia di farsi vedere. Strappa letteralmente una punizione dalle mani di Pirlo e peccato che la devi la barriera, perchè era destinata a infilarsi nel sette;

All.Conte 6.5: la condizione fisica della sua squadra cresce anche tramite test del genere, ora però non si scherza più e tra dieci giorni c’è la Supercoppa!

INTER
Handanovic 6: controlla con grande tranquillità quello che accade dalle sue parti, va vicino al pallone che lo supera calciato dal dischetto da Arturo Vidal;
(45′ Carrizo) 7: risponde presente e con grande carattere quando viene chiamato in causa, decisivo su un tacco splendido di Marchisio. Para due rigori e decide la sfida con un calcio di rigore potentissimo;
Juan Jesus 5.5: un’entrata durissima su Tevez gli costa l’ennesimo giallo di questa tournee, Vucinic gli sguscia via ogni volta;
(78′ Andreolli) sv
Ranocchia 6: cresce minuto dopo minuto alla ricerca di una condizione fisica ottimale per l’inizio della nuova stagione;
Campagnaro 6: riesce a tenere alta la difesa, senza rischiare mai troppo;
Pereira 5.5: in confusione in fase difensiva, dove non riesce ad arpionare gli avversari. Ci sarebbe un suo fallo su Vidal in area di rigore, ma l’arbitro lascia proseguire;
Kuzmanovic 5: sbiadito e senza verve, non trova mai la palla;
(70′ Belfodil) sv
Cambiasso 6: fa il compitino davanti alla difesa, con diligenza e la solita esperienza;
(59′ Olsen) 6: muscoli a centrocampo per n giocatore da tenere d’occhio;
Guarin 6.5: pericoloso quando prova la botta da fuori, da una di queste arriva poi il gol di Alvarez. Nella ripresa cala, ma la condizione è quello che è;
Nagatomo 6: sulla corsia esterna alterna buone cose ad altre meno pregevoli, sembra comunque già pronto;
(78′ Jonathan) sv
Alvarez 7: il più positivo dei suoi, rinato in questa nuova posizione da mezzapunta. Autore del facile tap-in che vale il momentaneo 1-0;
Palacio 6: recuperato al 100% deve recuperare ora la sua migliore forma, che oggi si vede solo a sprazzi;
(78′ Icardi) sv 

All.Mazzarri 5: la pochezza del centrocampo di questa Inter mette paura, quanto traballa dietro poi non ne parliamo. Mazzarri dovrà lavorare molto se quest’anno vorrà evitare un’altra stagione amara ai tifosi nerazzurri.