Juventus » esclusive » Champions League, sei grandi ex giocatori lanciano la Juve

Champions League, sei grandi ex giocatori lanciano la Juve

Juventus (getty images)

 

CHAMPIONS LEAGUE JUVENTUS – Il quotidiano Tuttosport ha interpellato sei grandi ex giocatori, fra cui 4 ex juventini, per parlare delle prospettive della Juve di Conte nella prossima Champions League:

CRESPO: ”La Juventus fa bene a sognare il trofeo. Barcellona, Bayern e Real Madrid restano le favorite, ma senz’altro i bianconeri hanno ridotto le distanze dalle superpotenze: la continuità tecnica del lavoro svolto da Conte negli ultimi due campionati, unita alla qualità che garantisce Tevez saranno un valore aggiunto”.

TARDELLI: ”Le tre big Bayern, Real Madrid e Barcellona sono superiori a tutte le altre, meno inarrivabili però di un anno fa: Tevez ha avvicinato la Juventus a queste formazioni. Sognare è un diritto di tutti, ma secondo me i bianconeri possono aspirare anche a qualcosa di più: la spina dorsale Buffon-Pirlo-Tevez è al livello dei top club, senza dimenticare Pogba, che sta diventando un giocatore sempre più determinante. Il francese, come si è visto anche in Supercoppa contro la Lazio, può cambiare la faccia della squadra. Obiettivo semifinale? La Juve può arrivarci e se girano bene le cose può ambire anche alla finale, ma in questo torneo è impossibile fare pronostici a lunga scadenza”.

ALTAFINI: ”Rispetto ai miei anni la Champions è una manifestazione diversa. E’ però sempre strana e spesso imprevedibile. Se vincesse sempre la più forte, anche quest’anno sarebbe una lotta tra Barcellona, Real Madrid e Bayern Monaco. Per fortuna non è così. I bianconeri in Italia sono i più forti e grazie agli ultimi acquisti, in modo particolare di Tevez, hanno compiuto dei passi importanti: diciamo che le superpotenze sono meno lontane di 12 mesi fa”.

JUGOVIC: ”Mi auguro che presto i bianconeri possano festeggiarne un’altra. Difficile prevedere se già questo può diventare l’anno buono, di sicuro con Tevez si è rinforzata. L’argentino è un personaggio particolare, capace di spostare gli equilibri nelle serate più equilibrate e intricate. E’ un attaccante con un peso internazionale di primo livello. Su Carlitos sono ottimista: in queste prime uscite mi è sembrato motivato e più asciutto del solito. Sarà l’arma in più di una squadra che ha nel gruppo vincente costruito nei primi due anni la sua forza. Pronostico? Sulla carta ci sono almeno 3/4 quattro club di maggior qualità, però per fortuna talvolta il campo modifica le gerarchie estive”.

CAMORANESI: ”Spero ci riescano i miei ex compagni a vincere la Champions League che ancora giocano nella Juve. Quando una squadra ha una base solida è importante aggiungere un campione all’anno per migliorarla. L’acquisto di Tevez, mi sembra perfetto: l’Apache aggiunge alla squadra di Conte caratteristiche diverse, fondamentali per competere ad alto livello. La griglia di partenza? Beh, Real, Barcellona e Bayern sono superiori, mentre Cheslea e Borussia Dortmund mi sembrano alla portata dei bianconeri. La solidità difensiva della Juve può essere la chiave per arrivare lontano”.

BARESI: ”E’ giusto che la Juventus sogni? Di sicuro è una squadra solida e questo in una competizione così dura ed equilibrata è un bel vantaggio. La difesa è quella dell’Italia e il centrocampo è completo e ricco di soluzioni: sono due garanzie. Tevez? Mi è parso già ben inserito: è un attaccante che in un colpo solo aggiunge personalità, tecnica e temperamento. Con l’argentino i bianconeri sulla carta hanno scalato posizioni. Il Bayern è fortissimo, però ripetersi in Champions è difficilissimo. La mia preferita resta il Barcellona: sono innamorato del suo gioco e della sua voglia di vincere divertendo”.

Marco Orrù