Juventus » esclusive » Chievo-Juventus, Conte: “Chi non andrà in panchina rimarrà un mese fuori rosa”

Chievo-Juventus, Conte: “Chi non andrà in panchina rimarrà un mese fuori rosa”

Antonio Conte (getty images)

CHIEVO-JUVENTUS CONTE / VINOVO – Ecco le parole rilasciate in conferenza stampa da Antonio Conte, riportate su Tuttosport.com: “Faccio turn over a seconda delle esigenze e della condizione. Chi è stato chiamato in causa ha sempre risposto bene. Spesso chi affronta la Juve fa la partita su di noi e marcano a uomo anche 8 giocatori. Non è facile giocare così, chi gioca contro noi fa la partita della vita e cerca di non farci giocare. Buffon? Domani sarà titolare. Giovinco? Quando è entrato ha fatto bene, arriverà il suo turno perché é molto forte e abbina tecnica e velocità. Preparare la partita in due giorni? Sarà un solo giorno perché ieri è stato di scarico,  bisogna essere molto bravi, molto attenti. Le rotazioni continueranno in maniera decisa anche domani, perché siamo a metà delle sette partite, domani c’è la quarta, e dopo ci sarà il derby col Toro, il Galatasaray e il Milan. È inevitabile che dobbiamo continuare a fare delle rotazioni, perché bisogna unire l’allenamento alla partita. In ogni caso, infortuni a parte, non vorrei mai fare turn over con più di 4 o 5 giocatori a partita per creare problemi con l’assetto. Tevez? Ci ha portato qualcosa in più a livello tecnico e di carattere, ma la Juve ha vinto per 2 anni anche senza di lui. Dietro, invece, dobbiamo fare molta attenzione e fare della difesa la nostra arma migliore. Ripeterci in campionato sarà molto difficile. Non mi aspettavo risposte così forti e così presto da Inter, Napoli, Roma e Fiorentina: è la testimonianza che non parlo per mettere le mani avanti, ma perché faccio analisi tecniche. Il Chievo domani si metterà con la difesa a cinque, non è una critica nei confronti di nessuno, ma una constatazione: quando ci affrontano, le squadre cambiano modo di giocare e diventa difficile essere imprevedibili se si hanno otto giocatori marcati a uomo. Tevez? Carlos sta facendo molto bene, la nostra idea di gioco lo sta esaltando e lui viceversa la sta esaltando con le sue qualità. Quando deve riposare, riposerà ma sono comunque tranquillo perché posso contare sugli altri giocatori che sono stati determinanti per le vittorie degli scorsi due anni. D’ora poi chi viene sostituito deve stare in panchina. Questa è una nuova regola e chi non la rispetta verrà sanzionato con  una forte multa da parte della società e un mese fuori rosa. Allo stadio si viene per godere del calcio giocato e non per fare violenza o insultare l’avversario”.