Juventus » esclusive » Juventus, Giaccherini: “Conte voleva che restassi”

Juventus, Giaccherini: “Conte voleva che restassi”

Emanuele Giaccherini (getty images)

Emanuele Giaccherini (getty images)

JUVENTUS GIACCHERINI / TORINO – Il rimpianto ex che permetteva a Conte di cambiare il suo schema tattico, il jolly Emanuele Giaccherini, intervenuto ai microfoni di Radio Manà Manà Sport ha parlato della Juventus. Ecco le sue parole riportate su Tuttosport.com: “Il mio cuore è ancora bianconero, a Torino ho passato due anni indimenticabili. Scudetto? La Juventus resta favorita. Fosse stato per Conte sarei rimasto alla Juve, ma la società ha valutato le offerte arrivate e ha accettato quella del Sunderland. Sono stato messo con le spalle al muro, perché anche per me si è trattata di un’offerta importante a livello economico. La Juventus non si è opposta e mi ha lasciato andare. In Premier il calcio è meno tecnico, ma più intenso e aggressivo. Gli stadi sono sempre pieni, i tifosi veramente fantastici. La Juventus è ancora la squadra più forte, ma Roma, Napoli e Inter lotteranno fino alle fine e daranno fastidio ai bianconeri. Francesco Totti è uno dei calciatori più forti della storia, è un valore aggiunto e se dovesse tornare in Nazionale lo accoglieremmo a braccia aperte”.