Juventus » esclusive » Fiorentina-Juventus, Gonzalo Rodriguez: ”Dopo 15 anni è ora di tornare a vincere contro i bianconeri”

Fiorentina-Juventus, Gonzalo Rodriguez: ”Dopo 15 anni è ora di tornare a vincere contro i bianconeri”

Gonzalo Rodriguez (getty images)

Gonzalo Rodriguez (getty images)

 

FIORENTINA JUVENTUS GONZALO RODRIGUEZ – In un’intervista rilasciata al Corriere dello Sport Gonzalo Rodriguez avvisa la Juventus: ”15 anni sono davvero tanti, troppi. Siamo pronti per riprovarci e vincere nuovamente contro la Juventus. Siamo una squadra forte, con un calcio bello. Certo, non sarà facile, la Juve è un avversario di grandissimo spessore, gioca bene, sa sfruttare l’occasione, ha esperienza, voglia, lotta da sempre per lo scudetto. A noi manca Mario Gomez che non è poco, però abbiamo davvero tanta fame. Sarà una battaglia. Le gare dello scorso anno? Furono due partite diverse, a Firenze all’andata io e i miei compagni facemmo di tutto per vincere e lo avremmo meritato, al ritorno forse facemmo la peggiore prestazione dell’anno e fummo giustamente puniti. I bianconeri penseranno al Real? Non credo. Sono abituati a lottare sui più fronti, hanno tanti campioni e una difesa forte che gioca assieme da tempo. Credete a me, verranno qui per vincere, quindi dovremo stare attentissimi. Sorpreso da Tevez? Affatto, lo conosco bene e so quanto sia forte, abbiamo giocato assieme nell’Under 17, 20, 23 e nella nazionale maggiore disputando la Confederations Cup nel 2005. Non si può dire che siamo amici ma c’è rispetto tra noi, ho anche la sua maglia, ce la scambiammo dopo una sfida Champions tra Villarreal e Manchester City. Ricordo che ci siamo sfidati in Argentina quando io giocavo nel San Lorenzo e lui nel Boca, la prima volta finì 2-2 con una sua doppietta (ma allora io non giocavo centrale ma terzino destro) e la seconda 2-1 per il Boca, con Tevez che però giocò pochissimo. Poi ci siamo affrontati due volte in Champions, io col Villarreal e lui col City ed è sempre stato 0-0. Non ho mai vinto ma il bilancio non è così da buttare. L’Apache è un giocatore completo. E segna. Un’impresa fermarlo. Nella Juve saranno assenti Quagliarella e Vucinic ma ci sono Tevez, Llorente, Giovinco. Più i vari Pirlo e Vidal che col gol hanno dimestichezza. Se potessi togliere un campione alla Juve sceglierei Pirlo, è sempre il numero uno. Cosa ha la Fiorentina per battere i bianconeri? Il gioco, la fame di vincere, la voglia di far felici i nostri tifosi. E due giocatori che nessun’altra squadra ha: Giuseppe Rossi e Borja Valero”.

Marco Orrù