Juventus » diretta live » Pagelle » Juventus-Catania, le pagelle del match

Juventus-Catania, le pagelle del match

Andrea Pirlo - Getty Images

Andrea Pirlo – Getty Images

JUVENTUS-CATANIA PAGELLE / TORINO – Ecco le pagelle del match:

JUVENTUS

Buffon sv: mai chiamato in causa;
Caceres 6.5: non concede nulla in difesa e imbastisce azioni per l’attacco. Giocatore polivalente, Conte può contare ad occhi chiusi su di lui, sia come terzo di difesa che come laterale al posto di Lichtsteiner;
Bonucci 6: 
primo tempo senza sbavature, ma la combina grosso con uno scivolone che mette in apprensione la retroguardia bianconera. Facile battere a rete sottoporta un assist invitante di Giovinco;
Chiellini 7: una partita di grande sostanza, bravo nel coprire anche qualche magagna dei compagni di reparto;
Isla 6: buon primo tempo, diligente in copertura e propositivo in avanti;
Vidal 6: sbaglia i passaggi e spesso arriva in ritardo, ma ha il merito, anche se fortunoso, di aprire le marcature bianconere;
(61′ Pogba) 6.5: entra subito in partita a ritmi alti, che piedi e che giocatore;
Pirlo 7,5: parte male sbagliando una serie di passaggi, poi si ridesta e si riappropria del suo ruolo da geometra di precisione. Dimostra, se mai ce ne fosse bisogno, che è un giocatore fondamentale. La perla su punizione giustifica il fatto che sia tra i 23 dei candidati al Pallone d’Oro. Spreca malamente l’occasione della doppietta personale, rimediando una ammonizione per simulazione;
Marchisio 7: nel primo tempo corre, ma lo fa spesso a vuoto, nella ripresa si vede in campo un altro giocatore. Colpisce l’incrocio dei pali con una bordata dal limite e fa espellere Guarente dopo una veronica che lo manda in bianco. Pian piano sta tornando il vero “Principino”;
De Ceglie 7,5: Conte lo ripresenta titolare dopo mesi e mostra la voglia di far vedere che non è alla Juve per caso. Grandi sgroppate sulle fasce, e addirittura un cross di destro ben confezionato per Llorente. Da tempo non si vedeva l’ex canterano in queste condizioni di forma;
Tevez 7: il solito guerriero, cerca in ogni modo di scardinare la difesa catanese, con i suoi guizzi imprevedibili. Guida gli nega un rigore nella prima frazione di gioco;
(70′ Giovinco) 6,5: appena entra prova un dribbling con tiro a seguire che viene bloccato da un difensore. Subito dopo confeziona una palla per Bonucci da spingere in rete. Sempre pericoloso quando punta la porta;
Llorente 6: ci mette molto impegno e prova svettare sui cross dalle fasce, ma è spesso impreciso e non ripete le ultime due buone prestazioni. Comunque fa sentire la sua presenza nel cuore dell’area;
(73′ Motta) sv

All. Conte 8: si rivede la Juve con gli occhi della tigre e Conte torna a urlare. E’ la Juve che conosciamo, quella che vogliamo. Fino alla fine….;

CATANIA

Andujar 6: incolpevole sui gol, giornata difficile per lui;
Alvarez 6: l’unico a reggere il confronto, giocando con grinta e grande determinazione; 
Legrottaglie 5.5: non fa bella figura di fronte alla sua ex squadra, arrancando e uscendo sconfitto da tutti i contrasti con Llorente; 
Rolin 5: difficile approccio al centro della difesa, contro una Juve super;
(68′ Capuano) sv
Gyomber 5: è una delle sorprese con Petkovic, difficile la sua gara e causa un rigore su Tevez che l’arbitro ‘NON SI E’ SENTITO’ di dare; 
Almiron 5.5: involuto e in difficoltà tra le linee. Si fa riprendere da Chiellini quando scivola Bonucci;
Guarente 5:
si prende un rosso per un fallo su Marchisio inutile e di frustrazione;
Biraghi 5: esce nell’intervallo dopo una prestazione difficile;
(46′ Castro) 5.5:
sembra all’ingresso in campo poter cambiare la sfida, poi sparisce;
Keko 6: il migliore dei suoi, l’unico a impensierire i difensori bianconeri;
Petkovic 5: a sorpresa tra i titolari, ma forse sarebbe stato meglio non proporlo contro la Juventus;
(70′ M.Lopez) sv
Bergessio 5.5: abulico e senza grande spessore fisico;

All. De Canio 5: difficile la partita, ma sbagliato l’approccio della sua squadra