Juventus » esclusive » Juventus, Christillin: “A Istanbul nel ’98 mi sono impaurita”

Juventus, Christillin: “A Istanbul nel ’98 mi sono impaurita”

Felipe Melo (getty images)

Felipe Melo (getty images)

JUVENTUS CHRISTILLIN / TORINO – La direttrice del Museo Egizio di Torino, Evelina Christillin, nota tifosa bianconera, ha rilasciato una luga intervista su Tuttosport, dove ha parlato dell’esperienza da lei vissuta a Istanbul in occasione della partita tra la Juventus e il Galatasaray, nel 1998, ai tempi del Conte giocatore. Ecco la sintesi del suo racconto: “Italia e Turchia litigavano per Ocalan. La trasferta era stata proibita ai tifosi, io sono andata con la Juve fingendomi fisioterapista. Salgo sull’aereo della Juventus in una brutta mattinata torinese come membro dello staff medico bianconero e così atterro a Istanbul. Accoglienza amichevole, ma clima surreale. Sembrava fosse atterrato l’Air Force One del presidente degli Stati Uniti visto lo spiegamento di forze militari. Dall’aeroporto fino all’hotel Kempinsky veniamo scortati e attraversiamo strade senza auto, con carri armati schierati nelle vie laterali e cecchini sui palazzi: se non avessi avuto un filo di paura, ci sarebbe stato da ridere”.