Juventus » esclusive » Juventus-Roma, Benetti: “I bianconeri sono abituati a giocare nella metà campo avversaria”

Juventus-Roma, Benetti: “I bianconeri sono abituati a giocare nella metà campo avversaria”

Juventus (getty images)

Juventus (getty images)

JUVENTUS-ROMA / BENETTI – Il doppio ex di Juventus e Roma, Romeo Benetti, ha espresso un suo parere sulla sfida Scudetto del 5 gennaio. Ecco le sue dichiarazioni rilasciate ai microfoni di Radio Radio lo Sport: “Mi piace come giocano entrambe le squadre, una per la sua tenacia, l’altra per le novità che ha portato, la Roma è stata davvero sorprenedente. Risultato? Penso che giocheranno tutte e due per vincere, ma alla fine anche il pareggio potrebbe andar bene. Dovessi sceliere tra Strootman, De Rossi, Pogba e Vidal? Sono per gli italiani, quindi prenderei De Rossi. Possibile sconfitta della Juve? Non credo che creerebbe problemi alla squadra bianconera, perchè a Torino sono abituati a non esaltarsi nelle vittorie e a non deprimersi quando le cose non vanno bene. Conte? Con lui a Torino hanno fatto tutti bene, ma la Juve è una società che non si identifica con una persona e questa è proprio la sua forza. Favori arbitrali? La Juve è una squadra che gioca per 70 minuti nella metà campo avversaria, quindi gli arbitri incosciamente sono portati a concedere di più. Ma non bisogna fare del vittimismo, perchè non ci sono arbitri che si impegnano per far perdere una squadra, se non riesci a vincere significa che non hai fatto tutto nel modo giusto. Il gol di Turone? Perchè tornare indietro di 30 anni? Ora ci sono due realtà così diverse, non si possono fare dei paragoni”.