Juventus » Juventus news » Calciopoli, Moggi: “Possono dire quello che vogliono, il mio casellario giudiziario è pulitissimo…”

Calciopoli, Moggi: “Possono dire quello che vogliono, il mio casellario giudiziario è pulitissimo…”

Luciano Moggi (getty images)

Luciano Moggi (getty images)

MOGGI JUVENTUS / TORINO – Luciano Moggi è intervenuto oggi in diretta a ‘Stile Juventus’, la trasmissione condotta da Nicola De Bonis. Ecco alcune sue parole raccolte dai colleghi di TuttoJuve:  “Io non ero presente fisicamente, i giornali possono scrivere ciò che vogliono anche perché in tanti rimangono male se io vengo assolto, non mi importa niente, ma l’importante è che il mio casellario giudizario è pulitissimo. Non si tratta di prescrizione, è stato assolto il punto d’accusa sulla violenza privata al calciatore Blasi, a me interessava uscirne fuori; pensate che si partiva da un’associazione a delinquere e invece cosa era rimasto: una violenza perché non avevo pagato lo stipendio ad un calciatore che veniva da 6 mesi di squalifica per un caso di doping. Dovrebbero vergognarsi tutti coloro che continuano a parlare a modo loro, e a scrivere le cose a modo loro. Della Juventus  mi sembra che la Gea avesse solo due calciatori, un nazionale italiano Tacchinardi e uno rumeno Mutu, preso a parametro zero e rivenduto dalla Juve a 9 milioni, quindi tutto sommato penso a tutti quelli che parlavano di un’enorme quantità di calciatori sotto contratto con la Gea, ennesima bugia tra le tante dette a quel tempo: io non voglio andare a presso a questa gente, che ora si mangia il fegato davanti  a queste sentenze e non do spiegazioni a nessuno di loro, anche perché queste persone non hanno il coraggio di guardarsi allo specchio mentre io certamente lo posso fare”.