Juventus » diretta live » Pagelle » Le pagelle di Fiorentina-Juventus

Le pagelle di Fiorentina-Juventus

Paul Pogba (getty images)

Paul Pogba (getty images)

EUROPA LEAGUE FIORENTINA-JUVENTUS PAGELLE / FIRENZE – Ecco le pagelle della partita:
FIORENTINA – Neto 6,5; Tomovic 6, G.Rodriguez 5, Savic 7, Vargas 5; Aquilani 5.5, Pizarro 6.5 (48′ Ambrosini sv), Borja Valero 6.5; Cuadrado 5, Gomez 7 (63′ Matri sv), Ilicic 5 (72′ Roncaglia sv). All. Montella 7

JUVENTUS
Buffon 7: la sua esperienza è determinante quando da fuori ci prova la Fiorentina, bravo a scuotere la squadra nei momenti giusti;
Caceres 7,5: gioca con grinta, rabbia e grande determinazione. Sa che per lui è l’occasione per rimanere alla Juventus e guadagnarsi una maglia anche per la prossima stagione. Lo fa con coraggio, senza concedere niente a un cliente scomodo come Gomez. Unica macchia un passaggio in verticale che poteva costare caro sul finale;
Bonucci 7: posa nell’armadietto il fioretto e si porta in campo la sciabola, meno delizioso ma piu’ deciso e concreto;
Chiellini 7: rude e determinato, sulla sua corsia non si vede mai Cuadrado;
Isla 7,5: parte in sordina, poi cresce col passare dei minuti. Deliziosa la palla che dipinge sulla testa di Vidal quando siamo ancora sullo 0-0. Esce e Conte gli regala un abbraccio che da’ grande morale;
(76′ Lichtsteiner 6.5): giusta presenza al momento in cui è entrato;
Vidal 6: voto decurtato di almeno 1 punto per due occasioni fallite che potevano rivelarsi determinanti ai fini della qualificazione. Uno come lui lì la deve mettere dentro. Il giallo che ce lo porterà via ai quarti fa piu’ rabbia che giudizio;
Pirlo 10: c’è qualcosa da dire?
Pogba 8: nel primo tempo fa quasi la punta esterna, andando a sfruttare il suo fisico contro i giganti della difesa viola. Nella ripresa decide di prendere per mano la squadra e aiutarla a centrare la qualificazione;
Asamoah 7: teme Cuadrado e si vede, si limita nelle scorribande avanzate soprattutto nel primo tempo. Ma…. Ma Cuadrado non la vede e alla fine ha ragione lui;
Tevez 7,5: parte indemoniato nel primo tempo, non cala nella ripresa. Non trova ancora il gol in Europa, ma l’avrebbe meritato. Ridicolo il giallo che gli propina Webb per fare stare calmo Neto;
Llorente 8: decisivo, con una sua giocata di fisico si guadagna la punizione che vuol dire qualificazione. Gioca spalle alla porta, giocando sempre di grande sacrificio;
(88′ Osvaldo 7): bastano pochi minuti per dargli il voto e far capire che è cambiato qualcosa. La palla che da a Vidal sul finire è davvero da giocatore maturo;

All.Conte 9: gestisce la squadra, dosandola ”nell’inferno” del Franchi. La partita la decide Pirlo su punizione, ma il gioco mostrato da questa squadra è EUROPEO!