Juventus » Juventus news » News, ecco come sarà la nuova Juventus di Massimiliano Allegri

News, ecco come sarà la nuova Juventus di Massimiliano Allegri

Massimiliano Allegri (getty images)

Massimiliano Allegri (getty images)

 

NEWS ALLEGRI MILAN – E ufficiale dunque. Massimiliano Allegri è il nuovo allenatore della Juventus. La notizia è stata data questa mattina, presentazione nel pomeriggio. La piazza bianconera, sui social network, non sembra essere contenta del suo arrivo, anzi tutt’altro. Ma vediamo come potrebbe cambiare la squadra, da Conte ad Allegri. Analizziamo ora il parco giocatori:

CHI PARTE: Certamente uno come Fabio Quagliarella, nonostante con Conte ormai non si trovasse più, andrà via lo stesso, visto che un accordo col Torino è stato ormai già trovato. Sebastian Giovinco, al contrario, pupillo di Conte, ora rischia seriamente il ‘taglio’, visto che è venuta a cadere la garanzia di una sua conferma con le dimissioni di Conte.  Può rischiare per esempio anche uno come Asamoah, che certamente non giocherà terzino puro, ma potrebbe riciclarsi nuovamente nel suo vecchio ruolo di mezz’ala, alla Muntari, come utilizzava il ghanese, Allegri al Milan. Simone Padoin, altro pupillo di Conte, già in bilico prima, ora è praticamente certo che lascerà il bianconero, così come Motta e De Ceglie, di ritorno dal prestito al Genoa, per non parlare di Sorensen e Ziegler, per cui si cercherà la cessione a titolo definitivo.

CHI RESTA: Ovviamente lo zoccolo duro sarà composto dai vari Buffon, Barzagli, Bonucci, Chiellini, Tevez, Llorente, Asamoah (ma con un ruolo diverso, come detto prima), Marchisio, Caceres, Ogbonna. Discorso a parte meritano Pogba, Pirlo e Vidal, che comunque dovrebbero far parte delle conferme. Ma di loro ne parliamo a parte. Da valutare il giovane Coman.

CHI ARRIVA: Mister Allegri giocherà molto probabilmente col 4-3-3, così come voleva fare Conte nella stagione che verrà, ma occhio anche al 4-3-1-2, modulo caro all’ex allenatore di Milan e Cagliari. Ecco allora che un attaccante come Morata potrebbe comunque arrivare in bianconero, così come potrebbe fare lo stesso Evra, che sarebbe il titolare della fascia sinistra della Juve. Per Iturbe la strada si è fatta difficile, con la Roma passata in pole position, ma certamente arriveranno nuovi esterni. Ritorna di moda ora il nome di Nani del Manchester United, scartato da Conte, ma che piace ad Allegri. Occhio per esempio anche ad Alessio Cerci, altro esterno gradito al tecnico livornese. Il granata piace all’Atletico Madrid, ma anche al Milan, ma la Juve potrebbe inserirsi. In tema di esterni occhi anche su Shaqiri, che al Bayern Monaco non è un titolare fisso, grande protagonista ai Mondiali. Oppure potrebbe piacere Griezmann, esterno della Real Sociedad e della Nazionale francese. Occhio anche al duo del Psg Lucas-Lavezzi, già accostati al Milan di Allegri in passato, che potrebbero arrivare a condizioni economiche favorevoli. Nel Psg gioca anche Javier Pastore, non certo un titolare per Blanc, perfetto come trequartista. Se salta Morata, o nel caso arrivi lo spagnolo, ma si decidesse di rinunciare a Giovinco, servirà una punta, dopo anche gli addii di Quagliarella e Vucinic. I nomi? Potrebbe far comodo nuovamente Osvaldo, che con un trequartista dietro o due esterni che lavorano per lui potrebbe essere devastante. Può tornare di moda Soldado del Tottenham, in uscita dal club inglese. O magari Jovetic, in prestito dal City, o perchè no, Carlos Bacca del Siviglia. Infine, Marco Verratti. Il centrocampista del Psg è da tempo un obiettivo della Juventus, ma alla fine l’affare non si è mai concretizzato. Alla Juve c’è Pirlo che però non è in ottimi rapporti con Allegri, come sappiamo, e degli sviluppi negativi in questo senso ce li possiamo aspettare. Chissà che sia la volta buona che Verratti arrivi alla Juve. Occhio anche a Rabiot, mezz’ala che si inserisce bene, come piace ad Allegri.

IN BILICO: In bilico mettiamo Lichtsteiner, Pirlo, Pogba e Vidal, per diverse motivazioni. L’esterno svizzero lo era già con Conte in panchina, anche per via del suo contratto in scadenza nel 2015. Lo vuole il Psg, magari in cambio di 15 milioni di euro potrebbe pure partire. Poi c’è il caso Pirlo. Non è un mistero che Allegri abbia fatto fuori lo splendido centrocampista bresciano dal Milan tre anni fa e i due si stimano pochissimo. Naturalmente Pirlo è un punto fermo della Juventus, ma in questi casi non si sa mai cosa possa accadere. Poi ci sono Vidal e Pogba. I due sarebbero i primi punti fermi da cui ripartire, ma le loro cessioni, almeno una di queste, potrebbe essere stata messa in cantiere dalla Juventus. E non è escluso che mister Conte abbia deciso di dimettersi proprio per questo motivo. Il Manchester United sta pressando la Juve per il cileno, ma l’offerta giusta non è ancora arrivata, mentre per il francese il Psg non si è ancora arreso. Vidal non partirà per meno di 50 milioni, mentre Pogba per meno di 75-80. Staremo a vedere…

Questi i possibili schieramenti di Allegri a tutt’oggi:

(4-3-1-2) Buffon; Lichtsteiner, Bonucci, Chiellini, Evra; Vidal, Pirlo, Pogba; Marchisio; Tevez, Llorente (Morata).

(4-3-3) Buffon; Lichtsteiner, Bonucci, Chiellini, Evra; Vidal, Pirlo, Pogba; X (Giovinco, Coman), Llorente (Morata), Tevez.

Questi invece i possibili schieramenti con i nuovi acquisti:

(4-3-1-2) Buffon; Romulo, Bonucci, Chiellini, Evra; Vidal (Rabiot), Pirlo (Verratti), Pogba; Pastore; Tevez, Llorente (Morata, Jovetic, Soldado).

(4-3-3) Buffon; Romulo, Bonucci, Chiellini, Evra; Vidal (Rabiot), Pirlo (Verratti), Pogba; Nani (Griezmann, Cerci), Llorente (Morata, Jovetic, Soldado), Tevez.

 

Marco Orrù