Juventus » Juventus news » LIVE 16/09/14 – Segui la giornata della Juventus in tempo reale

LIVE 16/09/14 – Segui la giornata della Juventus in tempo reale

Juventus (getty images)

Juventus (getty images)

LIVE JUVENTUS – Segui la giornata della Juventus in diretta live, tutti gli aggiornamenti dal mondo bianconero:

23.55 – CALCIOMERCATO CACERES / VERONA – Gianluca Di Marzio durante la nuova trasmissione di Sky Sport ”Sky Football Night” ha comunicato la definizione, ormai prossima, dell’affare Caceres. Il difensore, anche stasera autore di una grande prestazione, ha praticamente trovato l’accordo con la Juventus per prolungare il suo contratto. Il suo agente Daniel Fonseca ha parlato con la dirigenza bianconera negli scorsi giorni.

23.45  POSTPARTITA JUVENTUS MALMOE CHIELLINI / TORINOGiorgio Chiellini ha parlato a Sky Sport alla fine della gara: “Non era facile, l’abbiamo visto gli anni scorsi quanto è difficile partire bene. Sapevamo sarebbe stata dura e lo è stato. Siamo contenti di aver vinto, della doppietta di Carlitos e di non aver preso gol. Questo deve essere solo l’inizio. C’è mancato l’anno scorso in Champions, forse c’era un pò di appagamento. Quest’anno lo shock di luglio ci ha responsabilizzato e si è vista subito più attenzione che era mancato l’anno scorso nel primo mese e due anni fa quando eravamo stati anche un pò fortunati. C’era fatica a scardinare la loro difesa, dietro la linea della palla erano molto aggressivi. Abbiamo corretto un paio di movimenti e si sono allargate le maglie”.

23.10 – POST-PARTITA LICHTSTEINER JUVENTUS-MALMOE / TORINO – Ecco le dichiarazioni rilasciate ai microfoni di  Sky Sport al termine del match da Stephan Lichtsteiner: “Facciamo spresso il movimrnto sulla destra con Tevez anche in campionato. Non cambia niente con la vittoria dell’Olympiakos, ci ho già giocato ed è un campo difficile. Prima penseremo all’Atletico e poi  vedremo”.

23.00 –  L’Apache ha parlato ancora ai microfoni di Sky commentando il balletto fatto dopo il gol: “Me l’ha detto mia figlia di farlo. Sabato quando ho fatto gol non l’avevo fatto e quando sono arrivato a casa non mi parlava.”

22.55 – POST-PARTITA ASAMOAH JUVENTUS-MALMOE / TORINO – Ecco le dichiarazioni rilasciate da Kwadwo Asamoah ai microfoni di Sky Sport: “Abbiamo parlato all’intervallo, e il mister voleva che eseguivo il movimento dentro. Poi nelle ripresa ho provato a continuare a farlo. Il difensore mi seguiva, ma sono riuscito lo stesso a far entrare dentro Tevez”.

22.50 – DAL CAMPO LLORENTE JUVENTUS MALMOE – Fernando Llorente ha giocato un’ottima partita contro il Malmoe, sfiorando diverse volte il gol. L’attaccante basco è stato sostituito poi a dieci dalla fine per dare spazio ad Alvaro Morata. A quanto rivelato da Sky Sport pare che Llorente abbia sbuffato e si sia seduto nervoso in panchina commentando: “Non voleva proprio entrare“, in riferimento al pallone che non riusciva a buttare dentro alla porta.

22.45 – POST-PARTITA JUVENTUS-MALMOE ALLEGRI – Ecco le dichiarazioni rilasciate da Max Allegri al termine del match ai microfoni di Sky Sport e riportate da Tuttosport.com: “Di semplice in Europa non c’è niente. Sapevamo che avremmo affrontato una squadra fisica che si chiudeva molto bene. Li abbiamo agevolati nel primo tempo con alcuni errori nostri, ma nel secondo tempo siamo stati più bravi nella gestione della palla. I ragazzi hanno meritato la vittoria, anche se abbiamo sbagliato diversi gol. Era importante partire bene, abbiamo visto che l’Olympiacos ha battuto l’Atletico Madrid e ci sarà da fare molti punti. La posizione di Tevez? Serviva per allungare la loro difesa, ma non abbiamo sfruttato al meglio la posizione di Lichtsteiner nel primo tempo. Fortunatamente nel secondo tempo abbiamo aggiustato le cose, ma dobbiamo migliorare soprattutto dal punto di vista della gestione della palla. Non si può rischiare di compromettere una partita di Champions per un contropiede. Le partite in Europa sono completamente diverse. Anche il Liverpool ha sofferto contro il Ludogorets. C’è molta fisicità e gli avversari se la giocano sempre. Non bisogna farsi prendere dalla frenesia e, ripeto, serve una gestione migliore della partita e della palla. I ragazzi stanno facendo bene, ma hanno le potenzialità per migliorare ancora.Durante la preparazione abbiamo giocato partite abbastanza semplici, e veniamo da due gare di campionato. Fisicamente la squadra sta bene e i nuovi, da Morata a Romulo e Pereyra si stanno inserendo bene, e ti danno certezze quando vengono inseriti in corsa. La stagione è lunga, e c’è bisogno di tutti per tenere alta l’intensità della squadra”.

22.45 – POST PARTITA CHAMPIONS LEAGUE RISULTATI – Ecco i risultati delle partite di stasera:
Juventus-Malmoe 2-0 (59′, 90′ Tevez)
Benfica-Zenit 0-2 (5′ Hulk, 22′ Witsel)
Borussia Dortmund-Arsenal 2-0 (45′ Immobile, 48′ Aubameyang)
Galatasaray-Anderlecht 1-1 (52′ Praet, 91′ Yilmaz)
Liverpool-Ludogorets 2-1 (82′ Balotelli, 91′ Abalo, 93′ Gerrard rig.)
Monaco-Bayer Leverkusen 1-0 (61′ Moutinho)
Olympiakos-Atletico Madrid 3-2 (13′ Masuaku, 31′ Afellay, 38′ Mandzukic, 73′ Mitroglou, 86′ Griezmann)
Real Madrid-Basilea 5-1 (14′ Suchy aut, 30′ Bale, 31′ C.Ronaldo, 37′ J.Rodriguez, 38′ Gonzalez, 79′ Benzema)

22.40 – POSTPARTITA JUVENTUS MALMOE TEVEZ – Ecco le parole di Carlitos Tevez a Sky Sport: “Non mi mancava il gol, l’importante era la squadra e gioco per loro. Ora sto giocando un pò più dietro, una o due volte che sono arrivato alla porta ho fatto gol. Sappiamo che il girone è difficile, solo gli opinionisti dicono che è facile”.

20.44 – DAL CAMPO TIFOSI ALLEGRI – Maurizio Compagnoni racconta in diretta su Sky Sport: “Durante la prima uscita stagionale quando lo speaker chiama i nomi dei giocatori, e i tifosi rispondono con i cognomi, c’è stata molta freddezza su Allegri. Oggi ha deciso di chiamare Allegri con il cognome e tutto lo stadio ha risposto urlando il nome del tecnico. Qualcosa è cambiato!”

Beppe Marotta (getty images)

20.30 – PRE-PARTITA JUVENTUS- MALMOE MAROTTA L’ad della Juventus, Beppe Marotta, ha parlato a pochi mminuti dall’inizio del match in diretta su  Sky Sport: Ecco le sue dichiarazioni: “E’ una partita in cui ci saranno difficoltà di carattere agonistico. La diversità rispetto all’anno scorso è l’esperienza che abbiamo maturato dopo due anni di Champions e una parentisi in Europa League. Abbiamo dato profondità alla rosa con giocatori che hanno acrresciuto la qualità”.

Juventus (getty images)

20.20 – POST-PARTITA JUVENTUS PRIMAVERA In attesa della Juventus dei grandi quella Primavera, allenata da Fabio Grosso, ha regolato i pari-età del Malmoe con il punteggio di 2-0. Un gol per tempo, Soumah al 24′ e Udoh al 91′, hanno regalato la vittoria ai giovani bianconeri nella prima partita dell’anno in Youth League. Nell’altra sfida del girone l’Atletico Madrid ha avuto la meglio in trasferta per 2-1 sull’Olympiakos. Ecco il tabellino riportato da Tuttosport.com:

JUVENTUS – MALMOE 2 – o
24′ Soumah (J), 91′ Udoh (J)

Juventus (4-3-3): Audero; Roussos, Varga, Severi, De Biasi; Macek (24′ st Hromada), Pellini, Vitale (9′ st Sakor); Clemenza (43′ st Udoh), Soumah, Donis. A disp. Volpe, Romagna, Kastanos, Bnou-Marzouk. All. Grosso.
Malmoe (4-4-2): Mohlin; Verngren, Cederholm, Hadzikadunic, A. Kralj; Redzic (23′ st S. Kralj), Stagova, Korhan (16′ st Brannefalk), Blixt; Hummet, Brorsson. A disp. Ringdahl, Johansson, Z. Andersson, Kjellker, M. Andersson. All. Palmer.
Arbitro: Kralovic (Slovacchia).
Note: ammoniti Severin; Cederholm, Stagova. Recupero: pt 1′; st 4′.

Juventus (getty images)

19.50 – DAL CAMPO CHAMPIONS LEAGUE JUVENTUS-MALMOE FORMAZIONI Ecco le formazioni ufficiali:

JUVENTUS (3-5-2): Buffon; Caceres, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner, Pogba, Marchisio, Asamoah, Evra; Tevez, Llorente. A disposizione: Storari, Romulo, Ogbonna, Padoin, Coman, Giovinco, Morata. All: Allegri.

In tribuna vanno Rubinho, Pepe e Mattiello.

MALMOE (3-4-1-2): Olsen; E. Johansson, Halsti, Helander; Tinnerholm, Eriksson, Forsberg, Konate; Adu; Rosenberg, Thelin. A disposizione: Azinovic, Hammar, Kroon, Cibicki, Nazari, Rakip, Mehmeti. Allenatore: All.: Hareide.

19.30 – PREPARTITA CHAMPIONS LEAGUE JUVENTUS MALMOE FORMAZIONI / TORINO – Ecco le formazioni ufficiali:

JUVENTUS (3-5-2): Buffon; Caceres, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner, Pogba, Marchisio, Asamoah, Evra; Tevez, Llorente.
A disposizione: Storari, Romulo, Ogbonna, Padoin, Coman, Giovinco, Morata.

19,00 – La Juventus è già arrivata allo Stadium, a breve le formazioni ufficiali;

18.30 – Tweet di un carico Fernando Llorente:  “Vincere non è importante, è l’unica cosa che conta. Forza Juve!!”;

18.00 – DAL CAMPO SOLI – Ecco le parole di Alessandro Soli, dirigente italiano in Svezia, a Palermo24.it: “Il Malmöè da diversi anni una delle migliori realtà del calcio scandinavo. Lavora molto bene sui giocatori giovani e riesce ad esprimere un gioco offensivo di buon livello. E’ stata una grande gioia in Svezia riavere una squadra che partecipasse alla Champions League. Io ero allo stadio nel preliminare contro il Red Bull Salisburgo. Il Malmöe ha giocato con grande grinta ed aggressività, riuscendo ad essere sempre pericoloso grazie a rapidi contropiedi, in un’atmosfera incredibile. Gioca con un 4-4-2 ed il suo punto di forza è sicuramente la rapidità degli esterni del centrocampo. In particolare Forsberg e Thelin sono giovani di ottimo potenziale, rapidi, tecnicamente validi e pericolosi nell’ uno contro uno. In attacco hanno Rosenberg e Magnus Eriksson, giocatori di qualità ed esperienza che riescono a trovare anche giocate importanti. Un giocatore pericoloso sarebbe stato certamente Guillermo Molins, ma è out tutto l’anno per via di un infortunio. Le difficoltà del Malmö sono principalmente in fase difensiva, dove i centrali Helander e Johanssonsono lenti e a volte poco concentrati in marcatura. Se affrontati palla a terra invece che nel gioco aereo dove sono molto forti, dimostreranno poca sicurezza e sarà molto difficile per loro arginare gli attaccanti della Juventus. La difesa da agosto è stata completamente rimaneggiata, in seguito alle partenze di Jansson al Torino ed Albornoz all’Hannover. Il Malmö potrebbe essere maggiormente pericolosa in casa, allo Swedbank Stadion, spinto da un pubblico da grandi occasioni. Il Red Bull Salisburgo ne è la prova, battuto 3 a 0 dagli svedesi, nonostante sia una squadra dotata di buone individualità”.

15.30 – ALLENAMENTO – Rifinitura terminata. Si va per il 3-5-2 con Asamoah al centro al posto di Vidal, Marchisio in cabina di regia e Evra sulla sinistra. Davanti la coppia Llorente-Tevez;

Juventus (getty images)

14,45 – SUPERCOPPA ITALIANA – Siamo arrivati forse alla parola fine della sede e della data della prossima Supercoppa italiana tra Juventus e Napoli. Secondo quanto riportato da Tuttosport la decisione è ormai presa e verrà ufficializzata a breve. Il match si giocherà a Doha, in Qatar, il prossimo 22 dicembre, un giorno prima dalla data prevista inizialmente per consentire ai sudamericani di trascorrere le festività natalizie nel proprio Paese. Superata così la concorrenza di Milano che sembrava favorita. 2-2,5 milioni di euro, a tanto dovrebbe ammontare il cachet per le due squadre per il ”disturbo” di dover affrontare questa trasferta mediamente lontana.

Juventus (getty images)

14,25 – JUVENTUS TERZA MAGLIA – La Juventus ieri ha svolto la rifinitura con una maglia di allenamento diversa rispetto a quella usata per le sedute di campionato. I giocatori indossavano una maglia verde a righe. In qualche modo è il preludio alla terza maglia ufficiale da gioco della squadra, che indosserà a seconda delle esigenze. La Nike ha sfornato per il club bianconero un completo inedito, completamente verde, ma di forte impatto. A questo link potete vedere tutto il completino.

Massimiliano Allegri (getty images)

14,10 – ALLEGRI JUVENTUS – Massimiliano Allegri non si fida del Malmo e l’ha ribadito questa mattina postando sul suo profilo ufficiale Twitter questo messaggio, corredato da un video con la musica della Champions League che si sentirà questa sera sulle tribune dello Stadium: ”Inizia la competizione più affascinante: in #ChampionsLeague vogliamo fare strada, quindi occhio alle trappole!”.

Pdero (getty images)

13,50 – CALCIOMERCATO PEDRO – Continuano le voci che vogliono la Juventus sulle tracce di Pedro, attaccante esterno del Barcellona. I bianconeri potrebbero approfittare del fatto che il Nazionale spagnolo è chiuso dal tridente delle meraviglie Messi-Suarez-Neymar e dall’esplosione del giovane Munir e potrebbe voler cambiare aria. Il quotidiano catalano ‘Sport‘ afferma che la Juventus potrebbe richiederne il prestito già nel mercato di gennaio. Pedro ha una clausola rescissoria di 150 milioni di euro, ma il suo valore è nettamente inferiore a quella cifra.

Juventus (getty images)

13,30 – JUVENTUS MALMO – Il tecnico della Juventus Max Allegri per il match di questa sera recupera solo Chiellini tra gli infortunati e anche Morata, seppur per la panchina. Contro il Malmo giocherà ancora Marchisio in regia con Pogba e Asamoah ai lati. Tevez-Llorente davanti.

Queste le probabili formazioni del match:

Juventus (3-5-2) – Buffon; Caceres, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner, Asamoah, Marchisio, Pogba, Evra; Tevez, Llorente.

Malmö (5-3-2) – Olsen; Tinnerholm, Johansson, Halsti, Helander, Konate; Forsberg, Kofi Adu, Eriksson; Rosenberg, Kiese Thelin.

Juventus (getty images)

13,00 – GIUDICE SPORTIVO – Era attesa la stangata per Domenica Berardi, attaccante a metà tra Sassuolo e Juventus, per la gomitata a Juan Jesus dell’Inter e infatti è arrivata. Il Giudice Sportivo l’ha squalificato per tre giornate ”per avere, al 14° del secondo tempo, con il pallone non a distanza di giuoco, colpito intenzionalmente un calciatore avversario con una gomitata al collo”.

Inoltre, alla Juve è stata comminata una multa di 25 mila euro ”per avere suoi sostenitori, al 25° del primo tempo, intonato un coro espressivo di discriminazione territoriale; recidiva; sanzione attenuata ex art. 13, comma 1 lett. a) e b) CGS, per avere la Società concretamente operato con le forze dell’ordine a fini preventivi e di vigilanza”.

Giacomo Bonaventura (getty images)

12,40 – BONAVENTURA MILAN – Giacomo Bonaventura, ospite della trasmissione di Italia 1 ‘Tiki Taka’ ha parlato del big-match di sabato tra Milan e Juventus, vedendo i rossoneri favoriti. Queste le sue parole: ”La Juve è una squadra fortissima, la più forte del campionato, ma ho sensazioni positive, giocheremo in casa. Su cosa punterei tra 1 , X, 2? Io direi 1… Inzaghi è uno di noi, è un grande allenatore e sta facendo giocare la squadra bene: c’è grande unità di intenti e un entusiasmo importante. C’è grande voglia di fare bene”.

Luciano Spalletti (getty images)

12,20 – SPALLETTI JUVENTUS – L’ex allenatore di Zenit e Roma, Luciano Spalletti, intervistato da Sky Sport, fa le carte al campionato, mettendo la Juventus al primo posto. Ecco le sue parole: ”Quest’anno la Juventus ha delle insidie vere per lo scudetto, come l’anno scorso, però quest’anno le squadre che gli erano vicine nel passato campionato si sono rinforzate parecchio colmando un pò il gap. La Roma ha mantenuto la stessa forza dell’anno scorso, lo stesso telaio di gioco, mettendoci dentro dei giocatori che permettono a Garcia di avere ricambi giusti. L’Inter si è rinforzata benissimo, ha fatto una squadra molto forte e con un allenatore capace di costruirla bene. Il Milan ha messo mano alle posizioni scoperte e ha messo dentro in squadra buoni acquisti, andando a togliere qualche elemento che era di primissimo livello, ma anche un pò ingombrante (il riferimento è a Balotelli). Napoli e Fiorentina sono comunque sempre lì. Sarà un campionato livellato, con la Juventus che rimane quella con più potenzialità e possibilità di vincere, ma quest’anno sarà più dura”.

Age Hareide (getty images)

12,00 – HAREIDE MALMO – Il Malmo non si nasconde e non vuole fare la vittima sacrificale questa sera allo Juventus Stadium. In conferenza stampa il tecnico Age Hareide l’ha fatto ben capire: ”La Juve è più forte, ma non è ancora entrata nel vivo della sua stagione. Contro l’Udinese, ad esempio, abbiamo visto quanto fosse più stanca nella seconda parte di gara – riporta Tuttosport -. Noi invece siamo in piena corsa, ormai abbiamo preso l’abitudine a giocare tre partite a settimana. Pensiamo che la Juve sia sicura di prendere tre punti contro di noi, forse credono che le partite difficili siano le altre due. Ma devono anche vincere a tutti i costi, mentre noi non abbiamo pressioni di nessun tipo. Questo vantaggio mentale potrebbe fare la differenza, poi sappiamo soffrire e correre molto. Turno dopo turno siamo cresciuti ed abbiamo acquisito esperienza, ora preoccupiamoci solo di giocare da squadra e poi vedremo cosa ne verrà fuori. Non dimentichiamoci che abbiamo i due attaccanti più forti di Svezia”. La Juve è avvisata.

Carlos Tevez (getty images)

11,45 – NEWS TEVEZ – Torna la Champions League e torna il tormentone del gol che manca a Carlos Tevez da quel famoso 7 aprile 2009, Manchester United-Porto 2-2. Sono passati 1988 giorni e a nulla serve la consolazione del gol contro il Benfica lo scorso maggio in Europa League. Quasi 2 mila giorni dopo dunque l’Apache è chiamato al ritorno al gol nella manifestazione europea a livello di club più importante al mondo. Se ne parlava lo scorso anno, se ne torna a parlare anche in questa stagione. E’ fondamentale per il cammino della Juve in Champions che Tevez torni al gol, anche per zittire i critici che non lo definiscono un giocatore importante. Contro il Malmo è l’occasione giusta per sbloccarsi e Tevez ci proverà sicuramente.

Antonio Conte (getty images)

11,30 – CONTE JUVENTUS – Antonio Conte, impegnato a San Pietroburgo in una riunione con gli altri Ct UEFA, torna a parlare di Juventus, in ottica Champions League. L’ex tecnico bianconero difficilmente vedrà la gara di stasera (”È dura, c’è una cena ufficiale della Fifa: me la faccio registrare. Domani sera invece, volo permettendo, spero di essere a Roma-Cska”), ma comunque pronostica una buona Juve in questa edizione di Champions: ”Da c.t. si diventa tifoso dei club, non solo dell’Italia: la Nazionale ha solo da guadagnarci se fanno strada – le sue parole a La Gazzetta dello Sport -. Il primo motivo è pratico: doppio impegno campionato-Europa significa più minuti da giocare, dunque più chance per i giocatori di essere impiegati. Certe risposte si danno giocando, non stando seduti in panchina. Il secondo motivo è che più strada in Europa fanno i club, più esperienza fanno i giocatori. Perché la Juve può sperare in una buona Champions? Perché ha fatto esperienza: quarti di Champions, semifinale di Europa League. Sono cose che poi ti restano”.