Juventus » Juventus news » LIVE 17/09/14 – Segui la giornata della Juventus in tempo reale

LIVE 17/09/14 – Segui la giornata della Juventus in tempo reale

Juventus (getty images)

Juventus (getty images)

 

LIVE JUVENTUS – Segui la giornata della Juventus in diretta live, tutti gli aggiornamenti dal mondo bianconero:

Champions League (getty images)

23.00 – CHAMPIONS RISULTATI DELLA GIORNATA Ecco tutti i risultati della giornata di Champions League:

AJAX – PSG 1 – 1
14′ Cavani (P), 74′ Schone

ATLETHIC BILBAO – SHAKHTAR 0 – 0

BARCELLONA – APOEL 1 – 0
28′ Pique (B)

BAYERN – MANCHESTER CITY 1 – 0
90′ Boateng (B)

CHELSEA – SCHALKE 1 – 1
11′ Fabregas (C), 62′ Huntelaar (S)

PORTO – BATE 6 – 0
5′ Brahimi (P), 32′ Brahimi (P), 37′ Martinez J. (P), 57′ Brahimi (P), 61′ Adrian (P), 76′ Aboubakar (P)

MARIBOR – SPORTING 1 – 1
80′ Nani (S), 92′ Zahovic (M)

ROMA – CSKA 5 – 1
6′ Iturbe (R), 10′ Gervinho (R), 20′ Maicon (R), 31′ Gervinho, 50′ Ignashevich aut. (R), 82′ Musa

Carlos Tevez (getty images)

22.15 –JUVENTUS CHIRICO Il giornalista di Telombardia e noto tifoso bianconero, Marcello Chirico, attraverso la sua pagina ufficiale di facebook ha commentato la prima in Champions della Juventus: “La cosa più importante è stata fatta: iniziare il girone con una vittoria e 3 punti in classifica. Quindi, missione compiuta. Come? Giocando un 1° tempo alla solita maniera della scorsa stagione in Coppa, ovvero male. Squadra disordinata, poco creativa, insicura, pacioccona davanti alla porta. In una parola: brutta. Una sola, vera, occasione da gol (traversone rasoterra di Lichsteiner sfiorato da Olaf quel tanto da mettere fuori causa Asamoah sul secondo palo) e tanta fuffa. Di contro, 1 occasione pure per gli svedesi, in contropiede, ma Buffon si è fatto trovare prontissimo. Nella ripresa, per fortuna, c’è stato il cambio di registro e si è vista un’altra squadra e un’altra partita. Juve padrona del campo, ritmo più alto, triangolazioni migliori, tocchi di prima, maggiore facilità ad entrare in area avversaria. Si è giocato bene e costruito tanto, ma concretizzato zero. Fino al 59°, quando Carlitos, dopo 5 anni, è tornato a far gol in Champions, grazie ad un assist di tacco al bacio di Asamoah. Dopodichè raddoppio sfiorato più volte e finalmente raggiunto ancora con lui, Carlos, con una perla balistica su punizione alla Pirlo (procurata da Morata). Pratica chiusa, bene così. Ma che ci sia ancora parecchio da migliorare – a cominciare dalla solita mentalità ansiogena che continuiamo a portarci dietro in Coppa – lo ha ammesso lo stesso Allegri. Che a fine gara era tutt’altro che soddisfatto. Perché si crea tanto, si concretizza poco e poi, per una cavolata, si rischia di pareggiare una gara dominata. Ad ogni modo, dietro, a onor del vero, hanno fatto entrare in area il Malmoe una volta sola in 95 minuti. Partita da Oscar per Tevez (dappertutto e incontenibile) e Lichsteiner (un autentico treno sempre in viaggio, ma che da quest’anno corre solo mezzo binario di campo: in questo modo ha più energie per correre e sfornare cross & assist in quantità industriali). Maluccio Pogba, troppo lezioso e poco incisivo, male Marchisio, marcato a vista e mai al centro del gioco. Molto bene l’intero reparto difensivo, ancora una volta imbattuto, molto bene Asa tornato a fare ciò che gli riesce meglio (e si è visto) bene Evra, generoso e utilissimo Llorente, sul cui gol annullato restano dei dubbi. Personalmene, visto quanto si è spompato, l’avrei però sostituito prima con Morata che ha sempre un ottimo impatto con la gara. Tutto sommato, la Juve europea di Allegri non mi è dispiaciuta. Nella ripresa ha pure espresso un bel calcio e strameritato di vincere. C’è da lavorare, però si è cominciato coi 3 punti, e questo aiuta“.

Luciano Moggi

22.00 – JUVENTUS MOGGI L’ex direttore generale bianconero, Luciano Moggi, intervenuto ai microfoni di Radio Kiss Kiss ha parlato anche di Juve. Ecco le sue parole riportate da areanapoli.it: “Per uscire da questo difficile momento, il Napoli deve prendere esempio dalla Juve di ieri sera. Giocava con una squadra abbastanza scarsa, ma ci sono degli attaccanti come Llorente che aiutano sempre la difesa e il centrocampo. Nel primo tempo la Juve non è riuscita a sbloccare la difesa perchè Llorente tornava indietro anche se non c’era bisogno, quando si sono accorti che lo spagnolo non doveva fare questo lavoro, l’hanno spostato nella trequarti avversaria e questo ha liberato Tevez che ha trovato spazi che prima non c’erano”

Daniele Baselli - Getty Images

21.45 – CALCIOMERCATO JUVENTUS BASELLI – Secondo un’indiscrezione riportata nell’edizione odierna di Tuttosport la Juventus sarebbe tornata alla carica per il regista dell’Atalanta, Daniele Baselli. Sul giocatore c’è da tempo il pressing dell’Inter, ma il ds bergamasco Sartori si sarebbe incontrato con Marotta ieri sera nella tribuna dello Stadium. Il club bianconero avrebbe individuato in Baselli il possibile erede di Pirlo e i buoni rapporti con l’Atalanta potrebbero farla ritornare in pole per l’acquisto del giocatore.

Hareide (tecnico del Malmoe) - Getty Images

20. 30 – JUVENTUS-MALMOE HAREIDE Il tecnico del Malmoe, Age Hareide, si è complimentato con la Juventus attraverso il sito ufficiale dell’Uefa: “Sono soddisfatto dei primi 6o minuti, fino al gol di tevez. Nel primo tempo siamo stati ordinati, poi la differenza l’ha fatta Carlos Tevez, Ma la Juve ha giocatori di qualità sia in avanti che dietro e hanno anche degli infortunati. Hanno una certa esperienza, che deriva da tre campionati vinti“.

18.30 – NEWS KOKE JUVENTUS / MADRID ( Spagna) – Koke ha parlato a Canal + come riportato da TuttoJuve:  “Abbiamo fatto tre errori e abbiamo subito un gol , sono stati  attenti e pronti . Ora dobbiamo continuare a migliorare e imparare e lavorare per la prossima partita contro la Juventus, per cercare di ottenere i tre punti. L’Olympiacos è partito molto forte, con la sua gente qui è difficile . Abbiamo cercato di spingere lo stesso , ma in una situazione di palla inattiva abbiamo subito gol e poi cinque o dieci minuti dopo ne abbiamo subito un altro , allora è difficile fare la partita dal 2-0 . Sapevamo che era un gruppo molto difficile”

18.00 – NEWS LICHTSTEINER PROVA TV – Si moltiplicano al momento le voci di una possibile prova tv per il colpo proibito di Lichtsteiner a Konate. Il giocatore del Malmoe ha parlato di pugno nelle parti intime, se questo sarà confermato da immagini per lo svizzero potrebbe arrivare una lunga squalifica in Europa.

17.00 – CALCIOMERCATO GAUDINO – Secondo IlSussidiario.net la Juventus è molto vicina a ingaggiare il centrocampista del Bayern Monaco Gianluca Gaudino classe 1996. Il talentino è in scadenza di contratto e la Juventus sta lavorando sotto traccia come già fatto con Pogba e Coman. Quest’anno per lui il debutto in Bundesliga.

16.50 – DAL CAMPO CHISOLA JUVENTUS / VINOVO – La Juventus ha affrontato una partitella in mattinata contro il Chisola a Vinovo. Sono andati in rete Romulo, Coman, Giovinco e Morata autore di una tripletta. Defaticante in palestra invece per chi ha giocato ieri.

Sirigu e Buffon (getty images)

13,00 – SIRIGU BUFFON – Salvatore Sirigu è definito l’erede più prossimo di Gigi Buffon e già in Nazionale la staffetta è partita. Ma il portiere del Psg ha solo parole d’elogio verso il collega della Juventus. Ecco le sue dichiarazioni a La Gazzetta dello Sport: ”Quando si sparse voce che giocavo ai Mondiali la prima partita contro l’Inghilterra ho sentito pessimismo. Tutti a chiedersi se fossi pronto. Le parole di Buffon mi hanno ridato fiducia. Io il suo erede? Buffon è unico per longevità al top e capacità di aggiornarsi. L’esordio con Conte è stato un segnale di fiducia. Le italiane in Champions? La Juve è solida e cercherà di cancellare la brutta figura di un anno fa. A Roma c’è entusiasmo e credo Bayern e City sperassero di pescarne un’altra”.

Juventus (getty images)

12,40 – SUPERCOPPA ITALIANA QATAR – Ormai è praticamente ufficiale: la Supercoppa italiana si giocherà a Doha in Qatar il prossimo 22 dicembre. Decisivi i 2,5 milioni di euro offerti dalla Federazione qatariota che Juventus e Napoli si divideranno, con vitto e alloggio a carico della Nazione ospitante. Decadute le sedi di Milano e Roma, si torna dunque all’estero, dopo Pechino, quando bianconeri e azzurri si sfidarono due anni fa, con la vittoria della squadra di Conte. Si giocherà alle 19 italiane (le 21 locali) anche se si potrà slittare alle 19,30 per favorire una maggiore visibilità televisiva. Juve e Napoli anticiperanno il turno di campionato a giovedì 18. La squadra di Allegri andrà a Cagliari (ore 19), quella di Benitez ospiterà il Parma (ore 21) nel 16° turno. I diritti sono stati comprati da tempo dalla Rai. L’impianto più accreditato per ospitare il match sembra sia lo Jassimbinhamad Stadium. Qui vi disputa le gare l’Al Sadd Sports Club.

Diego Pablo Simeone (getty images)

12,20 – SIMEONE ATLETICO MADRID – L’Atletico Madrid ha sorprendentemente perso contro l’Olympiacos nella serata di ieri in pratica tenendo aperto il girone fino all’ultima giornata, cosa che sembrava difficile alla vigilia. Il tecnico dei colchoneros Diego Pablo Simeone, al termine della gara, ha dichiarato: ”E’ stato un match difficile, lo sapevamo fin dall’inizio. Questo ko ci dà il disagio di dover affrontare una Juventus meglio posizionata rispetto a noi. La mia squadra ha attaccato bene, ma l’Olympiacos è stato più concreto in avanti”.

Patrice Evra (getty images)

12,00 – EVRA LICHTSTEINER JUVENTUS – Patrice Evra e Stephan Lichtsteiner sono stati la vera forza della Juventus di ieri sera nella sfida contro il Malmo e in generale di questa Juventus di Allegri. Nonostante anche con Conte gli esterni salivano tantissimo, sembra che col tecnico toscano siano più frequenti i cross. Nella serata di ieri sono stati ben 19 i palloni scodellati in mezzo dalle due fasce: 12 per lo svizzero e 7 per il francese. L’ex Lazio ha inoltre toccato per ben 109 volte il pallone: 78 i passaggi e soltanto 7 sbagliati. Una vera forza della natura. Insomma, uno dei segreti di questa squadra sono le fasce laterali, che rimarranno tali anche in caso di passaggio al 4-3-3.

Stephan Lichtsteiner (getty images)

11,45 – LICHTSTEINER KONATE – Il calciatore del Malmo Pa Konate, al termine del match di ieri, ha accusato Stephan Lichtsteiner di avergli colpito forte le parti intime in maniera intenzionale. Questo il suo racconto: ”Le immagini parlano da sole. Ero a terra e lui mi ha colpito con forza. E’ stato folle, mi ha fatto malissimo. Ho provato a chiedergli cosa stesse facendo, ma lui mi ha solo squadrato senza dire niente. Non ho pensato di reagire, ma forse avrei dovuto farlo – riporta Sportmediaset -. Al ritorno la vendetta? Non userò le sue stesse armi, ma magari gli tirerò il pallone addosso. A fine partita ho scambiato la maglia con Giovinco, lui è un ragazzo a posto”.

Fabio Capello (getty images)

11,25 – CAPELLO JUVENTUS – Fabio Capello, intervistato da La Gazzetta dello Sport, ha fatto il punto della situazione per quanto riguarda le italiane in Champions League, vedendo la Juve con più possibilità della Roma di andare avanti. Ecco le sue parole: ”Più facile che faccia strada la Roma o la Juve? La Juventus ha un girone più facile e più esperienza. Ed è più competitiva dell’anno scorso perché è riuscita a tenersi i suoi uomini mercato. Ormai è un’eccezione per le squadra italiane. È uno dei problemi del nostro calcio. Noi siamo sempre stati bravi, soprattutto nei momenti difficili, a trovare buoni giocatori: il fatto è che una volta i top player venivano in Italia, mentre ora non vengono e quelli che abbiamo ce li portano via. Quando è così si abbassa il livello di qualità del campionato, perché si abbassa anche quello dei giocatori: a stare in campo con quelli bravi si impara. Io andavo a vedere Suarez, per imparare: se quelli bravi vanno via, da chi si impara?”.