Juventus » Juventus news » News, Chirico: “Importante iniziare con tre punti in classifica”

News, Chirico: “Importante iniziare con tre punti in classifica”

Carlos Tevez (getty images)

Carlos Tevez (getty images)

NEWS JUVENTUS CHIRICO / TORINO – Il giornalista di Telombardia e noto tifoso bianconero, Marcello Chirico, attraverso la sua pagina ufficiale di facebook ha commentato la prima in Champions della Juventus: “La cosa più importante è stata fatta: iniziare il girone con una vittoria e 3 punti in classifica. Quindi, missione compiuta. Come? Giocando un 1° tempo alla solita maniera della scorsa stagione in Coppa, ovvero male. Squadra disordinata, poco creativa, insicura, pacioccona davanti alla porta. In una parola: brutta. Una sola, vera, occasione da gol (traversone rasoterra di Lichsteiner sfiorato da Olaf quel tanto da mettere fuori causa Asamoah sul secondo palo) e tanta fuffa. Di contro, 1 occasione pure per gli svedesi, in contropiede, ma Buffon si è fatto trovare prontissimo. Nella ripresa, per fortuna, c’è stato il cambio di registro e si è vista un’altra squadra e un’altra partita. Juve padrona del campo, ritmo più alto, triangolazioni migliori, tocchi di prima, maggiore facilità ad entrare in area avversaria. Si è giocato bene e costruito tanto, ma concretizzato zero. Fino al 59°, quando Carlitos, dopo 5 anni, è tornato a far gol in Champions, grazie ad un assist di tacco al bacio di Asamoah. Dopodichè raddoppio sfiorato più volte e finalmente raggiunto ancora con lui, Carlos, con una perla balistica su punizione alla Pirlo (procurata da Morata). Pratica chiusa, bene così. Ma che ci sia ancora parecchio da migliorare – a cominciare dalla solita mentalità ansiogena che continuiamo a portarci dietro in Coppa – lo ha ammesso lo stesso Allegri. Che a fine gara era tutt’altro che soddisfatto. Perché si crea tanto, si concretizza poco e poi, per una cavolata, si rischia di pareggiare una gara dominata. Ad ogni modo, dietro, a onor del vero, hanno fatto entrare in area il Malmoe una volta sola in 95 minuti. Partita da Oscar per Tevez (dappertutto e incontenibile) e Lichsteiner (un autentico treno sempre in viaggio, ma che da quest’anno corre solo mezzo binario di campo: in questo modo ha più energie per correre e sfornare cross & assist in quantità industriali). Maluccio Pogba, troppo lezioso e poco incisivo, male Marchisio, marcato a vista e mai al centro del gioco. Molto bene l’intero reparto difensivo, ancora una volta imbattuto, molto bene Asa tornato a fare ciò che gli riesce meglio (e si è visto) bene Evra, generoso e utilissimo Llorente, sul cui gol annullato restano dei dubbi. Personalmene, visto quanto si è spompato, l’avrei però sostituito prima con Morata che ha sempre un ottimo impatto con la gara. Tutto sommato, la Juve europea di Allegri non mi è dispiaciuta. Nella ripresa ha pure espresso un bel calcio e strameritato di vincere. C’è da lavorare, però si è cominciato coi 3 punti, e questo aiuta“.