Juventus » Juventus news » LIVE 29/09/14 – Segui la giornata della Juventus in tempo reale

LIVE 29/09/14 – Segui la giornata della Juventus in tempo reale

Juventus (getty images)

Juventus (getty images)

 

LIVE JUVENTUS – Segui la giornata della Juventus in diretta live, tutti gli aggiornamenti dal mondo bianconero:

Juventus (getty images)

21.00 – JUVENTUS MUSEUM – La Juventus F. C. attraverso il proprio sito ufficiale ha comunicato i nuovi orari per visitare lo Juventus Museum e poter prendere parte allo Stadium Tour: ” Vieni a visitare lo Juventus Museum e ripercorri la storia e le vittorie della Juventus. Tecnologie multimediali, memorabilia ed un’atmosfera unica renderanno la tua esperienza memorabile.

Oltre alla visita del Museo avrai la possibilità di visitare le aree più esclusive dello Juventus Stadium associando alla visita del Museo lo Stadium Tour.

Dal 1 ottobre entrerà in vigore l’orario invernale:

Lo Juventus Museum sarà aperto dalle 10.30 alle 18.00 (dal lunedì al venerdì), dalle 10.30 alle 19.30 (sabato e festivi).

Dal lunedì al venerdì gli Stadium Tour avranno i seguenti orari di partenza: 11.00-12.30-14.45-16.15

Sabato e festivi gli Stadium Tour avranno i seguenti orari di partenza: 11.00-11.30-12.00-12.30-14.30-15.00-15.30-16.00-16.30-17.00-17.30″.

Juventus (getty images)

20.30 – JUVENTUS STADIUM Malgrado il campionato sia appena iniziato Juventus e Roma si affronteranno domenica per quella che è considerata la madre di tutte le partite. Come era prevedibile, i tifosi hanno risposto in massa, con Juventus Stadium sarà esaurito in ogni ordine di posto per l’attesissima sfida Scudetto. Infatti, come riportato da Tuttosport.com, la vendita libera per accaparrarsi gli ultimi biglietti disponibili si è esaurita in poco più di due ore. La società bianconera ha annunciato che se qualcuno degli aventi diritto dovesse rinunciare verranno messi in vendita i bigllietti venerdì 3 ottobre a partire dalle ore 11,00.

19.30 – NEWS MORATA / TORINO – L’agente di Alvaro Morata, Juanma Lopez, ha parlato ai microfoni di Calciomercato.com: “E’ stato un bel gol per essere il primo con la Juventus. Spero sia il primo di tanti”. Il primo, si augura, di una lunga serie. D’altronde, lui non ha mai avuto dubbi. Voleva solo la Juve, l’ha scelta all’inizio del mercato estivo e non ha cambiato idea. Nonostante i tanti interessamenti da tutta Europa: l’Inter in Italia, Chelsea e Arsenal in Inghilterra, Wolfsburg in Germania. Il suo agente conferma: “Sì, tantissime squadre lo volevano, c’erano molte richieste. Lui però voleva giocare solo nella Juve. Era il suo desiderio”.

18.00 –DAL CAMPO CACERES BARZAGLI PIRLO / TORINO – Secondo quanto riportato da Sky Sport Martin Caceres dovrebbe farcela a essere pronto anche dal primo minuto per la sfida contro l’Atletico Madrid. Andrea Barzagli e Andrea Pirlo invece torneranno dopo la sosta per le nazionali saltando quindi anche il big match contro la Roma.

17.30 – TEVEZ JUVENTUS – L’agente di Carlitos Tevez, Joorabchian, ha parlato a TuttoMercatoWeb: “E’ molto, molto felice. Ama il club, sta benissimo a Torino, è davvero contento. Il Rinnovo? Con calma, no? Adesso la situazione è tranquilla. Carlos ha ancora un anno e mezzo di contratto. Ne parleremo, ci sentiremo. Contatti? No, no, ma nessun caso eh! Carlos ama il club, c’è tempo per sentirci con Marotta”.

17.00 – NEWS MARCHISIO ALLEGRI / TORINO – Claudio Marchisio ha parlato ai microfoni di Sky Sport: “Dopo tre anni con Conte, tutti quanti si sono trovati bene col nuovo staff. Il fatto di avere la fiducia da parte dell’allenatore è molto importante. Ti fa sentire sereno e ti fa trovare pronto in ogni tipo di situazioni. Ora manca Andrea e già l’anno scorso ho giocato in regia. Quest’anno c’è stata l’opportunità di continuare in questo ruolo, dove partita dopo partita mi trovo sempre meglio. Mi considero comunque una mezzala. Sarà comunque l’allenatore a decidere dove giocherà Marchisio. Sa che da parte mia la disponibilità c’è sempre. Ci è mancato in questi tre anni il salto in più in Europa, bisogna lavorare soprattutto su questo. La sfida con l’Atletico non è di sicuro facile, ma batterli e andare a +6 sarebbe davvero un grande salto”.

 Stefano Sturaro (getty images)

14,45 – CALCIOMERCATO JUVENTUS – Nella serata di ieri, durante il derby Genoa-Sampdoria, il Ds della Juventus Fabio Paratici avrà certamente avuto modo di osservare due centrocampisti che sono nel mirino dei bianconeri. O meglio, uno di questi è già di proprietà del club di Corso Galileo Ferraris. Parliamo di Stefano Sturaro e Roberto Soriano. Il primo è già della Juventus, in prestito al club rossoblù, mentre il secondo è nel mirino della Juve. Entrambi sono stati tra i migliori nel match di ieri e sicuramente le relazioni saranno state positive.

Pantaleo Corvino (getty images)

14,20 – CORVINO SCUDETTO – L’ex Direttore Sportivo della Fiorentina Pantaleo Corvino, intervenendo nella trasmissione “Pezzi da 90″ sull’emittente umbra Radio Onda Libera, ha parlato della lotta scudetto: ”Il Napoli puo’ dare fastidio a Juve e Roma. Ora aspettiamo questa sfida a Torino augurandoci che sia spettacolare con il pronostico apertissimo. Milan e Inter hanno preso strade molto diverse rispetto a bianconeri e giallorossi, ci vuole pazienza”.

Roberto Mancini (getty images)

14,05 – MANCINI SCUDETTO – Intervistato da ‘La Gazzetta dello Sport’, Roberto Mancini non vede un duello esclusivamente tra Juventus e Roma per lo scudetto, ma inserisce anche il Napoli in corsa. Ecco le sue parole: ”Io penso che il Napoli riuscirà a tornare in corsa. Se l’ambiente riesce a calmarsi e a non creare problemi, anche il Napoli lotterà per lo scudetto. Benitez sta lavorando bene”.

Juventus (getty images)

13,45 – JUVENTUS – Brutto episodio al termine di Atalanta-Juventus di sabato. Alcuni pullman di tifosi bianconeri che stava lasciando lo stadio di Bergamo è stato vigliaccamente aggredito da una settantina di ultrà locali, che hanno assaltato i pullman tirando contro pietre. Per fortuna la Polizia che scortava i supporters della Juventus, peraltro quasi tutti appartenenti agli Juventus club, è subito intervenuta per evitare il peggio, ma l’assalto è stato un episodio molto grave. Questo match era a rischio per episodi pregressi e forse non è stata un’ottima scelta farlo giocare in notturna. Nessun ferito, tuttavia, tra i tifosi bianconeri, solo un pò di spavento.

Alessio Cerci (getty images)

13,30 – CERCI ATLETICO MADRID – L’ex Torino Alessio Cerci non ci sarà contro la Juventus dopodomani nella sfida del Santiago Calderon in Champions League. L’esterno offensivo non è ritenuto in forma dal tecnico Diego Pablo Simeone e non verrà convocato, molto probabilmente, così come successo nell’ultimo match di campionato. Il giocatore dovrà effettuare una sorta di mini-preparazione da solo per mettersi al passo degli altri compagni. Salta quindi l’incontro col vecchio ‘nemico’ granata.

Tommaso Giulini (getty images)

13,15 – GIULINI JUVENTUS – Il Cagliari è ancora euforico per la splendida vittoria di San Siro contro l’Inter. Un 4-1 netto che non lascia molte interpretazioni. Il Presidente dei rossoblù Tommaso Giulini, intervenendo questa mattina a Radio1, ha fatto il paragone tra Inter e Juventus. Ecco le sue parole: ”Difficile sognare di fare 4 pere a ‘San Siro’. La mia più grande soddisfazione sarebbe stata quella di vincere 5-1 col gol di Samuele Longo, ci è andato vicino nel finale di gara. Io ho visto un’Inter un po’ presuntuosa, Mazzarri deve cercare di limare questo difetto, che la squadra ha da sempre. Difficile vedere la Juventus commettere errori del genere”.

Giorgio Chiellini (getty images)

13,00 – CHIELLINI JUVENTUS – Giorgio Chiellini ha presenziato questa mattina alle celebrazioni per i 10 anni della piazza dei Mestieri, a Torino. Qui si è poi intrattenuto con i giornalisti presenti parlando di Juventus e del suo futuro. Ecco le sue parole: ”Giocare in un’altra squadra? Forse in un’altra vita… La Juve è la mia ultima squadra – riporta Sportmediaset -. Allegri? Sapevamo che con Conte non poteva durare in eterno, con Allegri si è creato subito il feeling per continuare a vincere. L’addio di Conte è stato inaspettato. Ma ora siamo contenti di lavorare ancora con lui in Nazionale. L’impegno di Champions con l’Atletico e poi la Roma? Affrontiamo una settimana importante, speriamo di continuare a far bene”.

Felix Brych (getty images)

12,10 – BRYCH JUVENTUS ATLETICO MADRID – L’UEFA ha designato l’arbitro tedesco Felix Brych per il match di mercoledì tra la Juventus e l’Atletico Madrid al Santiago Calderon. Il fischietto nativo di Monaco di Baviera sarà coadiuvato dagli assistenti Mark Borsch e Stefan Lupp. Quarto uomo Marco Achmueller.

Alvaro Morata (getty images)

11,50 – MORATA JUVENTUS – Alvaro Morata si è finalmente sbloccato. Non che avesse giocato tante partite e tanti minuti, ma la sua assenza dai campi durante tutto il periodo estivo gli era pesata tantissimo. Il gol all’Atalanta l’ha definitivamente fatto diventare un giocatore importante per questa Juventus. Tanto che la sua candidatura per l’Atletico Madrid prende sempre più quota. E dalle sue parole traspare la voglia di giocare titolare al Calderon: ”A chi non piacerebbe giocare in Champions League? — riporta La Gazzetta dello Sport —. Sarò felice di tornare a Madrid, dove ho tanti amici e tanti bei ricordi. In Italia le difese sono più difficili da attaccare, imparerò molto nel vostro campionato”.

Carlos Tevez (getty images)

11,30 – TEVEZ 2018 – Carlos Tevez ha stregato tutti. Ormai non è più una sorpresa, ma ogni partita l’Apache stupisce sempre di più. Dopo la doppietta all’Atalanta le sue quotazioni si sono alzate ancora di più. Secondo quanto riporta Tuttosport, il club bianconero avrebbe già in progetto il suo rinnovo di contratto almeno fino al 2018. Quello attuale scade nel 2016, dunque c’è ancora tempo per ragionarci. Carlitos fino ad oggi ha sempre rivelato il desiderio di voler chiudere la carriera al Boca Juniors dopo il 2016, quando appunto gli scadrà il contratto in bianconero. Ma Marotta vuole cercare di posticipare il suo ritorno in Patria, cercando di allungare la sua permanenza a Torino. Ora per Tevez c’è l’esame Champions League, molto più severo rispetto a quello col Malmo.