Juventus » Juventus news » LIVE 01/10/14 – Segui la giornata della Juventus in tempo reale

LIVE 01/10/14 – Segui la giornata della Juventus in tempo reale

Carlos Tevez (getty images)

Carlos Tevez (getty images)

 

LIVE JUVENTUS – Segui la giornata della Juventus in diretta live, tutti gli aggiornamenti dal mondo bianconero:

23.50 – POST PARTITA MORATA CACERES / MADRID (Spagna) – Alvaro Morata alla fine della gara si era avvicinato alla panchina chiedendo il cambio facendo il classico gesto dello strappo, poi lo spagnolo non è uscito. Il calciatore però ha poi proseguito la gara e dagli studi di Canale 5 sottolineano che avvicinati allo staff della Juventus hanno chiesto dell’accaduto e questi hanno risposto che Morata non ha più accusato niente e dovrebbe non aver riportato problemi. Martin Caceres invece ha accusato un problema alla spalla che era uscita, ma è stata rimessa a posto dai medici bianconeri.

23.30 – POST PARTITA ATLETICO JUVENTUS BONUCCI / MADRID (Spagna) – Leonardo Bonucci ha parlato dopo la gara a Canale 5: “C’è mancato l’ultimo passaggio, loro si chiudevano con tutti gli uomini dietro la palla. Ci abbiamo provato, abbiamo avuto un paio di occasioni. Siamo stati puniti da una mezza disattenzione dove abbiamo permesso a loro di fare un cross facile. Dovevamo essere più attenti. Sappiamo che campionato e Champions sono due cose distinte. In Europa quando concedi mezza occasione ci sono giocatori in grado di cambiare le partite. Dobbiamo prendere il buono, abbiamo imposto il gioco in casa di chi ha vinto la Liga e fatto la finale di Champions. Ora dobbiamo pensare a dopo, dobbiamo buttarci subito nel campionato e dovremo dimostrare sul campo che la Juve è la squadra da battere“.

23.20 – POST PARTITA ATLETICO MADRID SIMEONE / MADRID (Spagna) – Diego Pablo Simeone ha parlato a Canale 5 a fine gara: “Oggi abbiamo incontrato una grandissima squadra. Credo che abbiamo giocato da squadra tatticamente molto intelligente. Loro sono fortissimi davanti, sulla fascia spingono e a centrocampo sono forti e dietro anche. Non è facile giocare contro di loro. Nel cross di lato sapevamo di potergli fare male. E’ difficile chiuderli dietro. E’ arrivato così il gol. Nella partita devi essere forte a centrocampo. Nel primo tempo hanno giocato meglio loro, poi siamo cresciuti noi e siamo stati aggressivi. Si cominciava poi a vedere che qualcosa poteva accadere. Quando è entrato Griezmann sapevamo che la partita era più aperta e abbiamo cambiato col 4-4-2. Abbiamo colpito per primi perchè loro sono molto forti. Sarà un girone duro, perchè fuori casa non è facile vincere. Il Malmoe ha fatto bene anche contro la Juve“.

23.00 – POST PARTITA ATLETICO JUVENTUS ALLEGRI / MADRID (Spagna) – Ecco le parole di Massimiliano Allegri a Canale 5: “Abbiamo giocato cercando di vincere. A livello tecnico abbiamo fatto una buona partita. Abbiamo concesso poco a loro. Non è facile giocare contro di loro perchè si difendono molto bene e ti vengono ad aggredire”. Il tecnico risponde a una domanda di Sacchi che sottolinea ad Allegri che la Juve voleva pareggiare, mentre l’Atletico ha provato a vincere la gara: “Io e te non siamo mai d’accordo. Vediamo il calcio in maniera diversa. Abbiamo provato a vincere la gara, loro giocano sulle seconde palle e noi dovevamo limitare la cosa. L’abbiamo fatto per il 60% della partita. Nelle occasioni in cui abbiamo subito abbiamo preso gol. Questo non vuol dire che non abbiamo cercato da vincere”. Sulla sfida contro la Roma: “Arriviamo bene. Abbiamo fatto cinque partite senza subire un gol. Non è la sconfitta di stasera che cambia l’umore e l’atteggiamento. Siamo arrabbiati, ma il girone è aperto. Stasera solo in caso di vittoria potevamo mettere un’ipoteca sul girone così non è stato e mancano ancora quattro partite”.

22.50 – POST PARTITA ATLETICO JUVENTUS / MADRID (Spagna) – Ha parlato ai microfoni di Canale 5 Gianluigi Buffon: “E’ stata una partita equilibrata nella quale non abbiamo demeritato, ma non abbiamo creato moltissimo. Il pari era il risultato giusto. Purtroppo come in tutte le cose un piccolo dettaglio, una piccola situazione può far pendere tutto da una parte. L’Atletico è una realtà europea, però è una squadra che fa la sua forza nella compattezza e nel ripartire. Oggi doveva fare la gara e ha avuto qualche problema più del solito. Non è la classifica il problema, quello che dobbiamo guardare è in casa nostra. Come sempre dobbiamo migliorare e proporre qualche fastidio in più quando si va in trasferta. I conti si tireranno alla fine”.

22.40 – DAL CAMPO CHAMPIONS RISULTATI DI GIORNATA – Ecco tutti i risultati di giornata:

ZENIT – MONACO 0 – 0

ANDERLECHT – DORTMUND 0 – 3
3′ Immobile (D), 69′ Ramos (D), 79′ Ramos (D)

ARSENAL – GALATASARAY 4 – 1
22′ Welbeck (A), 31′ Welbeck (A), 41′ Sanchez (A)

ATLETICO MADRID – JUVENTUS 1 – 0
75′ Arda Turan (A)

BASILEA – LIVERPOOL 1 – 0
52′ Streller (L)

LEVERKUSEN – BENFICA 3 – 1
25′ Kissling (L), 34′ Son (L), 62′ Salvio (B), 63′ Calhanoglu (L)

LUDOGORETS – REAL MADRID 1 – 2
6′ Marcelinho (L), 25′ Ronaldo rig. (R), 77′ Benzema (R)

MALMOE – OLYMPIAKOS 2 – 0
42′ Rosenberg (M), 82′ Rosenberg (M)

20.30 – PRE PARTITA ATLETICO JUVENTUS MAROTTA / MADRID (Spagna) – Il dirigente della Juventus Beppe Marotta ha parlato ai microfoni di Sky Sport nel prepartita: “E’ un test valido per capire lo stato di forma delle squadre. Nel caso nostro dopo il cambio tecnico e un inizio importante può essere una conferma. E’ una gara importante, ma non decisiva ancora. L’Atletico Madrid è all’apice della sua storia e incute timore. E’ un timore reverenziale. Noi siamo la Juventus e i giocatori che sanno che indossano una maglia importante. La Juve deve fare bene davanti a un pubblico eccezionale e un avversario temibile”.

20.00 – DAL CAMPO CHAMPIONS FORMAZIONI UFFICIALI / MADRID – Allegri risolve il ballottaggio tra Ogbonna e Caceres a favore dell’uruguaiano, mentre in attacco si affida alla coppia più collaudata Tevez-Llorente. Simeone arretra Koke e a sorpresa manda in panchina Mario Suarez. Ecco le formazioni ufficiali:

ATLETICO MADRID (42-3-1) Moyà, Juanfran, Miranda, Godin, Ansaldi; Tiago, Koke, Arda Turan, Raul Garcia, Ninguez; Mandzukic. All.: Simeone

JUVENTUS (3-5-2) Buffon, Caceres, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner, Vidal, Marchisio, Pogba, Evra, Tevez, Llorente. All.: Allegri

17.3o – DAL CAMPO LLORENTE MORATA / MADRID (Spagna) – Massimiliano Allegri si porterà un dubbio fino all’ultimo per la partita di stasera contro l’Atletico Madrid. Chi mandare in campo al fianco di Carlitos Tevez? Si giocano una maglia Fernando Llorente e Alvaro Morata col primo favorito sul secondo.

17.00 – DAL CAMPO EVRA / MADRID (Spagna) – Patrice Evra partirà ancora titolare stasera contro l’Atletico Madrid. Come l’avrà presa Kwadwo Asamoah, che era stato titolare inamovibile per due stagioni. Allegri si dovrebbe affidare ancora alla solidità del terzino francese. Probabile che comunque il centrocampista ghanese trovi il suo spazio durante la stagione. Di certo in queste circostanze non fa a nessuno stare fuori e magari qualcosa si potrebbe muovere anche in chiave mercato.

UEFA Youth League (getty images)

14,45 – JUVENTUS PRIMAVERA – La Juventus Primavera è stata sconfitta questa mattina a Madrid dall’Atletico Madrid, nella seconda giornata della Uefa Youth League, la Champions League dei giovani, che mantiene nella prima fase gli stessi gironi della coppa dei grandi. La squadra di Grosso ha perso 1-0, decisiva la rete del centravanti spagnolo Nunez al 29′ del primo tempo. La Juve si è poi resa pericolosa in alcune circostanze ma non è riuscita a pervenire al pareggio. Espulso nel finale anche Vitale. Questa sera la gara tra Malmo e Olympiacos, con la Juve che rimane a quota tre in classifica.

Olympiakos (getty images)

14,30 – OLYMPIACOS MALMO – L’Olympiacos, dopo la vittoria contro l’Atletico Madrid alla prima giornata, cerca ora il colpo in Svezia contro il Malmo per poter volare a quota 6 in classifica e comandare il gruppo dove è compresa anche la Juventus, approfittando dello scontro diretto tra italiani e spagnoli. Il Malmo comunque non vuole essere la vittima sacrificale del gruppo e non ci starà a perdere. Queste le probabili formazioni del match:

Malmö (4-4-2): Olsen; Tinnerholm, Johansson, Helander, Ricardinho; Kroon, Adu, Halsti, Forsberg; Thelin, Rosenberg. Allenatore: Åge Hareide.

Olympiacos (4-2-3-1): Roberto; Elabdellaoui, Botía, Abidal, Masuaku; Milivojević, Kasami; Maniatis, Domínguez, Afellay; Mitroglou. Allenatore: Míchel.

La Juve con la maglia d'allenamento verde (getty images)

14,10 – JUVENTUS – Questa sera la Juventus potrebbe scendere in campo non con la solita maglia bianconera, ma bensì con la terza maglia, quella che la Nike ha elaborato per la Juve. Si tratta di una maglia color verde, come quella che indossano Giovinco e Tevez qua sopra, nella rifinitura di ieri. Una maglia particolare, un pò come quella del Barcellona di ieri sera contro il Psg, anche se molto meno fosforescente di quella. Nelle prime foto venute fuori sul web le scorse settimane il pubblico di fede bianconera non ha gradito, ma si sa che il merchandising è una parte fondamentale di un club e lo è anche per la Juventus. Che piaccia o no…

Andrea Pirlo (getty images)

13,45 – PIRLO JUVENTUS – Finalmente Pirlo. Il regista della Juventus sta per tornare finalmente in campo dopo l’infortunio che l’aveva colpito ancor prima che iniziasse la stagione. Il giocatore non è ancora sceso in campo in partite ufficiali. Si pensava che potesse recuperare per l’Atletico Madrid, ma non ce l’ha fatta. Il suo obiettivo ora è quello di recuperare ed essere a disposizione per il match contro la Roma di domenica, gara fondamentale di questo inizio stagione per quanto riguarda la Serie A. Contro i giallorossi dovrebbe tornare tra i convocati, anche se il suo ritorno a pieno regime avverrà dopo la sosta, quando saranno passati due mesi dal suo stop.

Altetico Madrid (getty images)

13,20 – ATLETICO MADRID CONVOCATI – Sono arrivati pochi minuti fa i convocati di Diego Simeone per il match di stasera contro l’Atletico Madrid. Si era aspettato così tanto poichè c’era Gabi che non era in perfette condizioni fisiche, e infatti il centrocampista non ce l’ha fatta a recuperare e non è stato inserito nella lista. Al suo posto ci rientra dunque Alessio Cerci, che sembrava inizialmente fuori. Difficilmente comunque l’ex granata andrà in campo dal primo minuto.

Questo l’elenco completo dei convocati dell’Atletico:

Portieri: Moyá, Oblak;

Difensori: Godin, Siqueira, Ansaldi, Juanfran, Miranda, Gimenez, Mario;

Centrocampisti: Tiago, Koke, Raul Garcia, Arda Turan, Saúl;

Attaccanti: Cerci, Griezmann, Mandzukic e Raul Jimenez.

Juventus (getty images)

13,00 – JUVENTUS ATALANTA – L’Atalanta, in collaborazione con la Juventus, ha provato nella giornata di ieri a contattare il padre del bambino juventino a cui è stata fatta coprire la maglia di Tevez nel match di sabato tra bergamaschi e bianconeri. Il contatto c’è stato, e al padre del bimbo è stata offerta la possibilità di assistere dallo stadio al match di ritorno tra le due squadre allo Juventus Stadium. La risposta però è stata negativa, visto che il genitore ha deciso di voler rimanere nell’anonimato. Ieri il Dg dei neroazzurri Pierpaolo Marino aveva parlato di “eccesso di zelo da parte dello steward”, sottolineando che l’Atalanta non ha mai diramato alcuna direttiva per impedire l’ingresso a chi indossa una maglia avversaria.

Romulo (getty images)

12,45 – ROMULO JUVENTUS – Davvero sfortunato il centrocampista bianconero Romulo, che si è dovuto fermare a più riprese per infortunio in questo suo inizio di carriera alla Juventus. L’ultimo in ordine di tempo è il problema all’ernia bilaterale per cui è stato operato nella giornata di ieri. Il ragazzo ha voluto scrivere una lettera al suo club per ringraziarlo di tanto affetto e attenzione ricevuta.

Ecco il testo integrale:

”Innanzi tutto vorrei ringraziare Dio, sono sicuro che Lui ha il controllo di tutto. L’intervento è stato un successo (era una cosa abbastanza semplice) e fra pochi giorni sarò al massimo (per aiutare la Juve e anche sognare con gli Azzurri!) Poi voglio ringraziare la Juve per avermi dato la fiducia e che adesso si sta prendendo cura di me! I miei genitori non hanno mai potuto darmi delle cose materiali, però mi hanno insegnato le cose più importanti della vita (queste cose i soldi non le comprano), più che altro mi hanno insegnato a restituire sempre molte volte in più di quello che mi è dato e quello che mi verrà dato, e la Juve mi ha dato e mi sta dando tanto di buono. Per me è una questione di carattere e onore, restituire alla Juve molto più di tutto quello che sto ricevendo! Non intendo solo facendo delle belle partite, ma anche essendo un vero professionista e soprattutto un vero uomo! Certamente non posso dimenticare Paratici e Marotta, che mi stavano seguendo e mi hanno portato qui, ringrazio tutto lo staff (medico e tecnico) e i miei compagni che hanno scritto delle belle cose! Ogni cosa ha il suo tempo!

Paul Pogba (getty images)

12,25 – POGBA JUVENTUS – Paul Pogba da qualche tempo è certamente uno dei giocatori più forti d’Europa, nonostante sia solo un classe ’93. Ormai però è un veterano, visto che gioca stabilmente in Champions League e titolare nella Juventus, oltre ad aver già disputato un Mondiale. Per la definitiva consacrazione gli manca ora un gol in Champions League, che in 15 partite non è ancora arrivato. Quale migliore occasione di un match contro l’Atletico Madrid al Vicente Calderon? Stasera dunque Pogba ce la metterà come al solito tutta per dare una mano alla squadra e speriamo che possa trovare anche la stoccata giusta sotto porta.

Godin batte Buffon in Uruguay-Italia (getty images)

12,10 – BUFFON GODIN – Con i tre gol presi ieri dal Barcellona contro il Psg, anche i blaugrana hanno perso la propria imbattibilità, sia di squadra, sia quella dei portieri Ter Stegen e Bravo, che si sono alternati fin qui. In Europa dunque, tra le squadre di Champions League, solo Gigi Buffon rimane imbattuto. Questa sera l’esame forse più difficile fin qui della stagione bianconera. La trasferta al Calderon di Madrid è difficile, ma la Juve ci arriva avendo sempre vinto fin qui. Lo spauracchio di Buffon questa sera potrebbe essere il centrale dell’Atletico Diego Godin, ultimo in ordine di tempo ad aver trafitto ‘SuperGigi’, seppur con la maglia della Nazionale, in quel maledetto Italia-Uruguay dei Mondiali.

Diego Simeone (getty images)

11,50 – CERCI ATLETICO MADRID – Nel match di questa sera tra Juventus e Atletico Madrid il tecnico degli spagnoli Diego Pablo Simeone potrebbe a sorpresa giocarsi la carta Alessio Cerci. In realtà l’ex Torino viaggia tra la panchina e la tribuna, visto che solo nella tarda mattinata di oggi Simeone darà la lista dei convocati. Il dubbio riguarda le condizioni di Gabi. Se il centrocampista non ce la farà, Cerci entrerà tra i convocati e magari potrebbe anche giocare nella ripresa, altrimenti dovrebbe star fuori, proseguendo il suo lavoro personalizzato.

Juventus (getty images)

11,30 – JUVENTUS ATLETICO MADRID PROBABILI FORMAZIONI – Ci siamo. Siamo giunti a uno dei match più importanti della stagione della Juventus. Parliamo della gara contro l’Atletico Madrid del Vicente Calderon. I bianconeri ci arrivano da imbattuti e senza aver ancora subìto un gol in stagione, ragion per cui sarà una partita equilibrata. Mister Allegri ha due dubbi da risolvere: Caceres, acciaccato, o Ogbonna in difesa e Llorente o Morata in avanti. Simeone con Mandzukic unica punta. Ecco le probabili formazioni del match:

Atletico Madrid (4-4-1-1): Moya; Juanfran, Miranda, Godin, Ansaldi; Griezmann, Koke, Tiago, Arda Turan; Raul Garcia; Mandzukic. A disp.: Oblak, Siqueira, Gimenez, Niguez, Cerci, Jimenez, Gabi. All.: Simeone

Juventus (3-5-2): Buffon; Ogbonna, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner, Pogba, Marchisio, Vidal, Evra; Llorente, Tevez. A disp.: Storari, Asamoah, Caceres, Pereyra, Padoin, Morata, Giovinco. All.: Allegri

Arbitro: Felix Brych (Ger)