Juventus » Juventus news » News, Discreti: ”Juve-Roma? E’ Rudi Garcia col gesto del violino a far iniziare il caos”

News, Discreti: ”Juve-Roma? E’ Rudi Garcia col gesto del violino a far iniziare il caos”

Juventus (getty images)

Juventus (getty images)

 

DISCRETI JUVENTUS – Questa mattina è intervenuto nella trasmissione radiofonica ‘Fino alla Fine’ condotta dal nostro direttore Matteo Fantozzi, nella webradio ‘RyarWeb’, lo scrittore Stefano Discreti, noto opinionista juventino. Queste le sue parole: ”Juve-Roma? Sono sincero, normalmente non mi piace quando una partita finisce sulle tribune politiche, questo calcio vissuto come una guerra. Detto ciò, è stata una bella vittoria, soprattutto per come è avvenuta. Con la Roma è sempre bello vincere. Certo, le polemiche successive mi hanno dato molto fastidio. Perchè tutto questo astio tra Juve e Roma? Nel caso specifico penso che il responsabile sia R.Garcia, il tecnico della Roma. Con quel gesto del violino ha aizzato tutti. Lui non sapeva se gli episodi erano giusti o meno, sei in panchina e non lo sai. Lui dice ”la solita musica” e quindi parte prevenuto. E’ sempre colpa degli altri. In quel momento la partita l’hanno persa tutti, da lì è diventata una battaglia. Garcia che espulso parla con i giocatori? Episodio che è stato nascosto e passato nel dimenticatoio, come il rigore su Marchisio. C’è una strategia mediatica per creare la rivalità per aumentare vendite dei giornali e fare share in Tv. C’è la volontà di fare questo. Anche oggi il Corriere dello Sport continua ad aizzare con l’articolo su Muntari. Poi leggi dentro e Muntari dice cose meno forti rispetto al titolo iniziale, dichiarando che Totti è un giocatore che va sempre ascoltato. Ma se leggi il titolo sembra dica tutt’altro. Vidal? Questo mercato praticamente sempre aperto non aiuta. Gli agenti poi fanno il loro. La rissa in discoteca? Sicuramente è vera altrimenti non sarebbe stato escluso con la Roma. Lui non è sereno perchè queste voci non lo fanno stare tranquillo. C’è sempre qualcosa che non va in questo calcio moderno che gira attorno ai soldi. Non lo vedo sereno anche se quando gioca fa sempre il suo. La Juve in Champions? La Juve non l’ha vinta quando era la squadra più forte, ora è difficile, visto che non è certo la squadra più forte. Speriamo di avere fortuna e in una gara di andata e ritorno i bianconeri se la giocano con chiunque. Ripeto, speriamo di avere più fortuna quest’anno. La Juve di Platini è riuscita a vincerne solo una di Coppa, ed era pure maledetta. Non abbiamo mai avuto la fortuna del Milan, per esempio”.