Juventus » Juventus news » News, Agnelli: ”Nella storia solo una volta un’altra Juve così forte. Il 4°scudetto…”

News, Agnelli: ”Nella storia solo una volta un’altra Juve così forte. Il 4°scudetto…”

Andrea Agnelli (getty images)

Andrea Agnelli (getty images)

 

AGNELLI JUVENTUS – Questa mattina era in calendario l’Assemblea degli azionisti della Juventus, con Andrea Agnelli che ha avuto modo di parlare del momento bianconero, per quanto riguarda sia i bilanci economici, sia quelli sul campo. Non si è parlato del cammino europeo della squadra di Allegri, ma ci si è soffermati soprattutto sul momento storico della Juventus, reduce da tre titoli consecutivi. Ecco alcune delle parole del Presidente bianconero: ”Solamente una volta nella sua storia la Juventus ha vissuto un periodo paragonabile a quello che stiamo attraversando. Nel maggio di quest’anno abbiamo conseguito il terzo scudetto consecutivo, un’impresa che i colori bianconeri non vedevano dagli anni ’30 del secolo scorso. Ebbene la Juventus, ancora una volta prima nella storia, ha saputo ripetersi a distanza di quasi 80 anni, segnando un altro crocevia nel calcio italiano. Nessuno che vesta la maglia della Juventus ha voglia di fermarsi; “il successo più importante è il prossimo” ci hanno insegnato. L’area sportiva ha basi solide, costituite, in primis, da Massimiliano Allegri, un tecnico che ha già dimostrato di saper vincere, e che insieme a Fabio Paratici e Pavel Nedved, e ad un gruppo di calciatori in grado di affrontare le nuove sfide, sta lavorando per vincere il quarto scudetto consecutivo. Un’impresa che ci avvicinerebbe alla leggenda. Questi risultati hanno anche e soprattutto fondamenta gestionali, che questo gruppo dirigente ha saputo costruire fin dal 2010, quando per la prima volta ho avuto l’onore di presiedere questa assemblea. La struttura e il livello dei ricavi, frutto del lavoro quotidiano delle donne e degli uomini della Juventus, che qui idealmente ringrazio individualmente, hanno portato la Juventus ad un fatturato di 280,5 milioni di ricavi caratteristici, composti da match day, commerciali e diritti televisivi, che al lordo della “gestione calciatori” porta il fatturato per la prima volta della nostra storia sopra i 300 milioni; esattamente a 315,8 milioni. Il break-even ante imposte, e il ritorno dopo quattro anni all’utile operativo, uno degli obiettivi che ci eravamo prefissati, completano il quadro di questo turnaround, che in pochi ritenevano possibile”.