Juventus » Juventus news » Primo Piano, l’avversario: il Palermo di Iachini

Primo Piano, l’avversario: il Palermo di Iachini

Giuseppe Iachini (getty images)

Giuseppe Iachini (getty images)

PRIMO PIANO PALERMO IACHINI / PALERMO –

PROBABILE FORMAZIONE (3-5-2) Sorrentino; Munoz, Gonzalez, Andelkovic; Morganella, Bolzoni, Rigoni, Barreto, Lazaar; Vazquez, Dybala. All.: Iachini

DIFESA – a protezioni di pali troviamo l’ottimo ex bianconero Sorrentino, che poteva anche tornare a Torino nell’ultima sessione di mercato. i tre della linea arretrata saranno l’ex Boca, Munoz, non velocissimo, ma dotato di un gran fisico e bravo nel mantenere la posizione; Gonzalez, al debutto dal primo minuto, che si è messo in mostra con il Costarica nell’ultimo Mondiale e reduce dal gol vittoria in “Zona Cesarini” contro il Cesena. Il colpo di testa è una sua specialità; il terzo di sinistra sarà lo sloveno Andelkovic, anch’egli temibile sulle palle alte.

CENTROCAMPO – Morganella, è l’esterno di destra, in grado di ben figuare in fase offensiva, ma anche di sapere tenere in quella difensiva. Bolzoni, scuola Inter, dotato di buoni fondamentali tecnici, abile nell’inserirsi da dietro; Rigoni, il regista  che dovrà dettare i tempi di gioco, ma sa districarsi anche come incontrista; Barreto, a lui toccherà il compito di tappare tutte le falle, ma non disdegnerà qualche sortita offensiva; il marocchino Lazaar verrà affidato il compito di confrontarsi sulla fascia sinistra contro il suo dirimpettaio Lichtsteiner.

ATTACCO – all’argentino Dybala saranno affidate le chiavi dell’attacco. Con la sua velocità e imprevedibilità può mettere a soqquadro qualsiasi difesa avversaria. Al suo fianco dovrebbe esserci Vazquez, trequartista ce sta prendendo sempre più una certa confidenza con il gol. In panchina c’è il pericolo Belotti, il bomber dell’Under 21, forte si di piede che di testa e che mostra già un’ottima personalità.

IACHINI tecnico emergente, che predilige inl modulo 4-3-1-2, che verrà però cambiato in vista del match contro i bianconeri. Ama un gioco basato sul pressing e sulle qualità dei propri giocatori offensivi. Cambierà modulo solo per mettersi a specchio con quello della Juve che può essere devastante sule fasce.

PUNTI FORTI  – la forza offensiva di attaccanti dalle diverse caratteristiche, che si completano tra loro. Squadra molto fisica in difesa e a centrocampo, molto ferrata sulle palle alte, sia a protezione della porta che in attacco.

PUNTI DEBOLI – può peccare in esperienza, visto il salto appena fatto della A alla B, con giocatori non abituati a giocare sfide importanti. la difesa regge botta sulle palle alte, ma può andare in grande difficoltà nel gioco palla a terra.