Juventus » diretta live » Post-Partita » Post partita, Allegri: ”Queste vittorie servono per crescere ancora”

Post partita, Allegri: ”Queste vittorie servono per crescere ancora”

Massimiliano Allegri (getty images)

Massimiliano Allegri (getty images)

POST PARTITA EMPOLI JUVENTUS  / EMPOLI –  La Juventus batte l’Empoli a domicilio e lo fa grazie ai gol di Pirlo e Morata. Una vittoria, se vogliamo, targata Massimiliano Allegri. Ecco le dichiarazioni del tecnico bianconero subito dopo la fine della partita:

Ancora una volta molto meglio nella ripresa. Hai detto qualcosa nell’intervallo?

“Sapevamo che potevamo trovare inizialmente difficoltà. L’Empoli è una squadra frizzante e organizzata. Abbiamo fatto male in costruzione inzialmente, eravamo fermi e affrettavamo la giocata. E’ andata meglio nella ripresa, dove siamo stati più lucidi e loro sono calati. Abbiamo vinto, era importante farlo  lontano di casa approfittando anche del ko della Roma”.

Ti hanno soddisfatto Morata e Giovinco?

“Giovinco ha fatto una buona partita, muovendosi bene. Era la prima volta che giocava con Morata. Oggi non ho schierato i soliti, i titolari diciamo, perchè serve far rifiatare tutti e chi ha giocato ha lavorato bene. Si migliora con queste vittorie e si trova anche la condizione di chi ha giocato meno”.

Ci sai dire qualcosa riguardo Ogbonna e Asamoah in vista di martedì?

“Vedremo. Per Asamoah si tratta di un risentimento, nulla di preoccupante ma vedremo. Per Ogbonna è stato un classico colpetto, la vecchietta che da fastidio. Lichtsteiner ha giocato in un ruolo inedito e ha fatto discretamente bene”.

Pensi di passare al rombo in futuro?

“E’ una soluzione. Più che con il rombo con due sotto una punta. Abbiamo fatto una gara buona sotto il piano dell’intensità, avevamo fatto meglio a Genova dove abbiamo perso. Oggi abbiamo concesso di più, ma Buffon è stato bravo. I ragazzi hanno fatto bene difendendosi, non bisogna avere vergogna, ci sono momenti così. Poi abbiamo gestito bene la palla, creando occasioni. A centrocampo c’è la crescita di Pirlo, che sta trovando condizione. Il gol l’ha sbloccato psicologicamente. Bene anche Vidal, come Marchisio. Oggi voglio fare i complimenti a Padoin, che gioca poco ed è entrato benissimo, mostrandosi duttile e disponibile verso tutti. E’ una fortuna avere giocatori così”.

L’Empoli difende centralmente stretto, urlavi di allargare il gioco. Ti hanno detto perchè non lo facevano?

“Dovevamo farlo più spesso. Bonucci si è intestardito nella verticalizzazione oggi, a volte si pensa che con pochi passaggi si va in porta. Non è sempre così, oggi bisognava far girare la palla. A volte è andata bene oggi”.

Cosa hai urlato a Bonucci?

“Che la prossima volta che lancia lunga gli dò 100mila di multa (ride ndr.)”.

Avete colpito di forza e tecnica l’Empoli nella ripresa, su un campo complesso.

“Le gare durano 95 minuti. Piacerebbe anche a me segnare subito, poi uno a fine primo tempo e uno appena rientrati negli spogliatoi. Non è sempre così, a volte devi sbloccarla con dei cambi e attendere il calo altrui”.