Juventus » diretta live » Post-Partita » Post-Partita, Juventus-Olympiakos, Allegri: “Ogbonna pronto, ma avevo studiato il 4-3-1-2”

Post-Partita, Juventus-Olympiakos, Allegri: “Ogbonna pronto, ma avevo studiato il 4-3-1-2”

Massimiliano Allegri  - Getty Images

Massimiliano Allegri – Getty Images

POSTPARTITA JUVENTUS OLYMPIAKOS ALLEGRI / TORINO – Ha parlato ai microfoni di Sky Sport a fine partita Massimiliano Allegri: “C’era solo i rigore da battere e sono andato negli spogliatoi, era un rigore importante e peccato ma capita. Abbiamo fatto una bella vittoria e i ragazzi se la sono meritata. Abbiamo preso due gol su calci da fermo, davanti abbiamo sbagliato tanto ma era importante vincere. Il 4-3-1-2 l’abbiamo già provato, però poi per la solidità abbiamo mantenuto il 3-5-2. Stasera volevo cambiare, Ogbonna ce la faceva ma ho deciso di cambiare per aver più gestione della palla non dando punti di riferimento. Sono molto contento dei ragazzi, tecnicamente abbiamo fatto una buona partita con 10 palle create. Tra due partite con loro ci sono state la metà delle occasioni. Siamo concentrati, a mezzora dalla fine eravamo fuori ora possiamo lottare per il primo posto. Ora pensiamo solo al Parma poi vedremo. I ragazzi sono stati bravi perchè si sono mossi tutti, dando pochi punti di riferimento. Una gara piacevole anche dal punto di vista tecnico. Tevez non è che gioca meglio con Llorente, hanno caratteristiche diverse. Morata attacca di più la profondità e si muove di più. Stasera Llorente è entrato bene, ha fatto gol e si è mosso diventando punto di riferimento per Tevez. Carlos può giocare bene con tutti e due e spesso è bravo ad andare anche davanti con la seconda punta. Morata ha 22 anni e non ha mai fatto il titolare, un conto è giocare 30 minuti o una volta ogni tre giorni con l’obbligo di vincere. Deve crescere sotto questo aspetto. Stasera ha fatto a tratti delle buone cose, ma sicuramente rispetto a Empoli o ad Atene ha fatto un pò meno. E’ normale. Coman è molto bravo per esempio, ma chi deve crescere deve essere dosato. Dobbiamo alzare la qualità tecnica in Europa, non si può giocare solo fisicamente. La squadra ha fatto una bella partita”.