Juventus » Juventus news » LIVE 08/11/14 – Segui la giornata della Juventus in tempo reale

LIVE 08/11/14 – Segui la giornata della Juventus in tempo reale

Juventus (getty images)

Juventus (getty images)

 

LIVE JUVENTUS – Segui la giornata della Juventus in diretta live, tutti gli aggiornamenti dal mondo bianconero:

14,00 – CALCIOMERCATO JUVENTUS – Non solo i rinnovi di contratto dei big, ma anche la conferma dei top player. Questa la strategia sul mercato della Juventus in questo periodo. E così, Carlos Tevez e Paul Pogba, che continuano a riceve dei sondaggi da parte di club esteri, sono ultra confermati. Tuttosport afferma che i due hanno ricevuto ultimamente le attenzioni ravvicinate di Psg, per quanto riguarda l’Apache e di Manchester City, per quanto riguarda il francese. Posto che entrambi non hanno una valutazione specifica, poichè sono incedibili, ma la Juventus ha stoppato sul nascere le intenzioni dei due club. Pogba e Tevez costituiscono il presente e il futuro prossimo del club bianconero.

13,30 – ALLEGRI JUVENTUS – Conferenza stampa alla vigilia di Juventus-Parma per mister Allegri. Interessante la sua apertura al tridente, con Tevez. Morata, Llorente. Ecco le sue parole: ”Continueremo sull’onda della partita di martedì – riporta il sito ufficiale del club bianconero – Abbiamo ripreso un discorso iniziato quest’estate, poi per vari motivi ho preferito continuare con il sistema di gioco vecchio, ma ora, anche per trovare stimoli nuovi, cambieremo, anche perché i giocatori hanno le qualità per farlo. A sinistra potrebbe giocare Padoin, oppure Ogbonna, o lo stesso Chiellini, con Ogbonna centrale. In avanti? Credo che questa squadra possa giocare con tre attaccanti, ma dipende dalla disponibilità che danno alla fase di non possesso. Serve equilibrio e domani sarà difficile perché veniamo da una gara intensa con dispendio di energie fisiche e mentali. Davano tutti il Parma per spacciato, invece viene dalla vittoria sull’Inter, ha buone qualità, ha ritrovato fiducia, si difende in modo ordinato e può contare su un giocatore straordinario, di grande tecnica come Cassano. Ci vorrà entusiasmo e la vittoria di martedì ci deve dare la giusta carica per vincere domani”.

12,30 – CALCIOMERCATO JUVENTUS – La Juventus ha pronti due importantissimi rinnovi di contratto, già definiti e solo da ufficializzare. La Gazzetta dello Sport anticipa la notizia che il club bianconero ha trovato l’accordo con Gigi Buffon per un rinnovo fino al 2017, quando SuperGigi avrà 39 anni e sarà probabilmente pronto a dire addio al calcio giocato, anche se questo non è scontato. Poi sarà la volta di Giorgio Chiellini, pronto a firmare fino al 2018 alle stesse cifre percepite finora, 3,5 milioni di euro. A quel punto rimane da definire la questione Lichtsteiner, il caso più spinoso. La novità è che le due parti si stanno finalmente parlando e non è assolutamente scontato un suo addio a fine stagione, come si paventava fino a poco tempo fa. Anzi, le due parti vanno verso l’accordo. Insomma, tre conferme fondamentali per Allegri.

12,00 – DEL PIERO JUVENTUS – Nella giornata di domani Alessandro Del Piero compirà 40 anni, un traguardo importante nella vita di una persona. Dall’India, dove gioca, ha concesso un’intervista a La Gazzetta dello Sport, per parlare a 360°, con molti accenni alla Juventus. Ecco le sue parole: La molla che mi spinge in giro per il mondo è stata la consapevolezza di dividere il concetto di “giocatore di calcio” da quello di “giocatore della Juventus”. E di non voler provare a rivivere quanto di straordinario, unico, irripetibile avevo vissuto a Torino. Quando ho scelto prima Sydney, poi Dehli ho abbracciato un percorso nuovo. Dentro e fuori dal campo. Quattro tweet per raccontare le quattro decadi della sua vita? 1-10: Mamma, papà, Stefano, il pallone e un’infanzia che auguro a qualsiasi bambino. 11-20: San Vendemiano-Padova, Padova-Torino. Correndo dietro a un pallone, si avvera il sogno. 21-30: Il mondo in bianco e nero: sono un giocatore della Juventus, sono il capitano della Juventus. 31-40: I migliori anni… Campione del mondo, cittadino del mondo. E soprattutto marito e papà. Quale anno vorrei rivivere? Il 2006, per il Mondiale e non solo. Anche perché sono rimasto alla Juventus in Serie B, anzi senza sapere dove avremmo giocato. E non cambierei nulla, perché abbiamo dimostrato chi eravamo. E ci siamo rialzati. Io so quello che abbiamo vinto e come abbiamo vinto. Sudando e meritando tutto: dal primo all’ultimo punto, dalla prima all’ultima coppa. La Juve in Champions League? Difficile fare una previsione, spesso è una questione che sfugge ai pronostici troppo facili, che in questo momento ci porterebbero a dire che siamo distanti anni luce dalle più forti. Faccio due esempi: 1993-94, la mia prima stagione alla Juve. In Coppa Uefa perdemmo contro il Cagliari, tra i fischi. Un anno dopo finale di Uefa, l’anno dopo ancora vinciamo la Champions. Aggiungo: due anni fa chi avrebbe detto che l’Atletico Madrid sarebbe arrivato in finale? Insomma, non ci piangiamo troppo addosso e lavoriamo per tornare a vincere. Che effetto mi ha fatto ritrovare in campo Trezeguet? Un bell’effetto. Quasi dieci anni in attacco insieme non è da tutti. David è stato un grande compagno per me. Il rimpianto più grande? Sportivamente parlando, l’infortunio. E’ vero che mi ha fatto diventare più forte, ma mi ha portato via un anno di gioco. Lippi? Siamo legati a ricordi incancellabili, due reduci di avventure straordinarie. Ancelotti? Profonda stima e gratitudine, come allenatore e uomo. Capello? Due anni difficili, ma vincenti con due scudetti. Conte? Non è da tutti vincere da compagni di squadra e da allenatore/giocatore, uno scudetto indimenticabile. Boniperti? E’ una sorta di papà calcistico per tutti gli juventini, continua fonte di ispirazione per me. Agnelli? Amiamo e vogliamo il bene della stessa cosa, la Juventus. E questa è la cosa più importante. Anzi, è l’unica che conta…”.

11,30 – JUVENTUS PARMA FORMAZIONI – Stabilire quale sia la formazione iniziale domani contro il Parma non è impresa facile, poichè tra cambio di modulo, squalificati e infortunati è davvero complicato. Comunque, dalle indicazioni emerse in questi giorni, i bianconeri dovrebbero passare al 4-3-1-2, confermando lo stesso modulo della gara contro l’Olympiacos. Sulla fascia sinistra di difesa, con Asamoah e Evra out, dovrebbe spostarsi Ogbonna e non Chiellini, che farà coppia con Bonucci in mezzo. Il trequartista, con Vidal squalificato, potrebbe farlo Pereyra, ma a sorpresa pure Tevez, con Llorente-Morata in attacco.

Il Parma è senza Paletta, Biabiany, Bidaoui, Cassani, Jorquera, Pozzi, Galloppa, Coda, Coric e Cordaz. La coppia d’attacco sarà Cassano-Belfodil. Occhio all’ex De Ceglie, scatenato contro l’Inter una settimana fa.

Ecco le probabili formazioni del match:

Juventus (4-3-1-2): Buffon; Lichtsteiner, Bonucci, Chiellini, Ogbonna; Marchisio, Pirlo, Pogba; Tevez; Llorente, Morata. A disp.: Storari, Rubinho, Romulo, Marrone, Mattiello, Padoin, Pereyra, Coman, Giovinco. All.: Allegri
Squalificati: Vidal (1)
Indisponibili: Barzagli, Caceres, Pepe, Evra, Asamoah

Parma (3-5-2): Mirante; Mendes, Felipe, Lucarelli; Rispoli, Acquah, Lodi, J. Mauri, De Ceglie; Cassano, Belfodil. A disp.: Iacobucci, Gobbi, Ristovski, Costa, Sarr, Lucas, Mariga, Ghezzal, Jeraldino, Palladino, Santacroce. All.: Donadoni
Squalificati: Cordaz (1)
Indisponibili: Paletta, Biabiany, Bidaoui, Cassani, Jorquera, Pozzi, Galloppa, Coda, Coric