Juventus » Calciomercato Juventus » Calciomercato, ag.Zaza: ”Simone alla Juve? Nessun contatto, ma…”

Calciomercato, ag.Zaza: ”Simone alla Juve? Nessun contatto, ma…”

Simone Zaza (getty images)

Simone Zaza (getty images)

ZAZA JUVENTUS – Christian Maifredi, agente di Simone Zaza, attaccante del Sassuolo in orbita Juve, è intervenuto in Esclusiva ai microfoni di Ryar Web Radio nella trasmissione ‘Fino alla fine’ con il Direttore di Juvelive.it Matteo Fantozzi e Danilo Sancamillo di Gazzetta Giallorossa, per parlare del suo assistito e della possibilità che lo stesso Zaza possa approdare alla Juventus già a gennaio: ”Zaza a gennaio alla Juve? No, non è vero, ho letto anche io la notizia su internet e sui giornali, ma ad oggi non posso confermare nessun tipo di contatto per Simone alla Juve. Se la Juve bussa il Sassuolo che dice? La situazione è delicata, la ‘clausola di recompra’ a gennaio il Sassuolo per ora non la prende nemmeno in considerazione. Pero’ le cose possono cambiare, il calciomercato è in evoluzione e non si puo’ mai dire. Dipende da quello che avverrà nelle prossime settimane anche in campionato e in che posizione sarà il Sassuolo. A gennaio la trattativa va discussa da zero, mentre a giugno c’è la possibilità della clausola di recompra. Pero’, ripeto, da qui al 1 febbraio le cose potranno cambiare. Come abbiamo preso la scelta della Juve di puntare su Morata e non su Zaza la scorsa estate? E’ stata una scelta ponderata della Juve. Morata è avvantaggiato su Zaza per un discorso di esperienza internazionale. Faceva parte del Real Madrid e certamente era più pronto del mio assistito che gioca in una squadra come il Sassuolo. Ma è un mio parere, non sono un dirigente bianconero. Penso che comunque dall’anno prossimo sarà pronto per una grande squadra. Gli puo’ servire molto chiudere la stagione da titolare al Sassuolo per la sua crescita e poi potrebbe davvero passare in un top club. Lo conosco da quando aveva 15 anni e ho sempre pensato che potesse giocare in Serie A, ma è chiaro che dall’Ascoli in poi questa convinzione si è rafforzata e pian piano è migliorato sempre di più, fino ad arrivare alla Nazionale. Contatti con società straniere? In realtà qualcosa c’è stato anche nella passata stagione. Qualche sondaggio c’è stato, ma di trattative concrete nulla. Attestati di stima sì, ma altro no. Se nel Sassuolo e nell’Italia gli chiedono troppo sacrificio? Nel calcio di oggi tutta la squadra deve dare una mano in fase di non possesso e da Conte in giù tutti chiedono un apporto di questo genere anche alle punte. Sarebbe meglio che non rincorresse il portatore di palla, ma nel calcio moderno è qualcosa di fondamentale, vedi anche Cavani, un grande attaccante che si sacrifica per la squadra”.