Juventus » diretta live » Post-Partita » Post-Partita, Juventus-Inter, Buffon: “Dobbiamo imparare a fare il 2-0”

Post-Partita, Juventus-Inter, Buffon: “Dobbiamo imparare a fare il 2-0”

Gianluigi Buffon - Getty Images

Gianluigi Buffon – Getty Images

POST PARTITA JUVENTUS INTER BUFFON / TORINO – Ecco le parole di Gigi Buffon a Sky Sport: “E’ successo quello che è accaduto anche in precedenza in altre gare. Passiamo dalla consapevolezza/presunzione di essere la squadra più forte a doverci piegare al fatto di dover sembrare quasi intimoriti alla prima avversità. Questo è accaduto con la Sampdoria, col Torino, stasera, col Napoli. Per cui sicuramente dobbiamo maturare definitivamente se vogliamo prenderci un posto di rilievo soprattutto per la Champions League. Dobbiamo analizzare, ma non siamo preoccupati. Ci sono momenti della gara durante i quali la Juventus è padrona assoluta del campo e del gioco, creando un numero considerevole di palle gol. Finchè non siamo due a zero dobbiamo mantenere le antenne alzate, le gare cambiano nel giro di nulla. Soprattutto contro squadre come l’Inter che hanno singoli importanti. Sul gol sicuramente devo dire che l’azione è nata in maniera strana, era un mio rinvio dall’altra parte con la difesa non eravamo allineati. Io non ero nella posizione congeniale per uscire. Ho visto il lancio in profondità e pensavo di poter arrivare a contrasto con l’avversario. Sicuramente se rimanevo in porta doveva fare un grande gol e non avrebbe calciato così ma di potenza. Sarebbe stata più dura per lui. In questo momento i risultati dicono questo e non ci sarebbe nulla da poter ribattere. Credo che prima di queste cinque partite ce ne sono state 15 o 16 nelle quali la Juve ha mostrato un calcio di spessore e divertente. A oggi quel calcio ci vede ancora primi e agli ottavi di finale in Coppa Campioni. Può sembrare che siamo meno solidi, ma penso che proponiamo in maniera diversa e più continuità. Sneijder non è un mio problema e io non ci voglio entrare, non tocca a me decidere. Si prende con la maniera giusta con la serietà del caso. Sapevamo tutti che per noi era un’altra ottima occasione per mantenere un vantaggio importante, ci dispiace. A pochi minuti dal fischio finale è normale che la reazione sia questa”.