Juventus » diretta live » Pagelle » Post Partita, Coppa Italia, Juventus-Verona: le pagelle del match

Post Partita, Coppa Italia, Juventus-Verona: le pagelle del match

Sebastian Giovinco (getty images)

Sebastian Giovinco (getty images)

 

POST PARTITA JUVENTUS-H.VERONA /TORINO– Ecco le pagelle del match:

Storari 7 – Un paio di interventi di altissimo livello per il vice Buffon. Gioca poco, ma quando lo fa dimostra di essere davvero un grandissimo portiere.

Lichtsteiner 7 – Fresco di rinnovo, dimostra il suo valore sulla fascia destra e con Pepe, soprattutto nel primo tempo,  combina sfracelli. Si dimostra ancora una volta uno dei laterali più forte d’Europa.

(82′ Mattiello s.v.)

Bonucci 6 – Non ha molto lavoro, con eleganza si disimpegna palla al piede ed aiuta i compagni nella manovra offensiva.

Ogbonna 6 – Gioca bene su Nenè finchè rimane in campo poi, sfortunato, l’ex Torino esce a causa di una botta. Si spera nulla di grave.

(39′ Chiellini 6) – Entra al posto di Ogbonna e fa il suo solito lavoro di forza sull’attaccante di turno. Non perde un duello aereo, ma si perde Nenè in occasione del gol scaligero.

Padoin 6 – Gioca diligentemente come sempre, non sbaglia mai un passaggio ne una giocata. Fa della semplicità la sua arma migliore.

Marchisio 7 – Capitan futuro! Il principino bianconero dimostra di essere uno dei veri leader di questa Juventus per abnegazione e prestazione tecnico-tattica. Davvero un valore aggiunto per questa squadra e Allegri lo sa benissimo.

Pereyra 7 – Con Pepe nel primo tempo regala spettacolo, giocatore straordinario per tecnica e velocità, mette a segno il suo primo gol in bianconero e lo fa con un’autentica magia. Può essere davvero l’arma in più in fase di attacco.

Pepe 8 – Voto alto e meritato sia per la prestazione, ma soprattutto perchè dopo oltre due anni di sfortuna, Simone non ha mai mollato e finalmente è tornato titolare. Tutti i tifosi bianconeri se lo godono a pieno. Il solito funambolo sulla fascia, regala spettacolo sulla corsia di destra insieme a Pereyra e Lichtsteiner. Merita un voto alto anche per l’incondizionato attaccamento alla maglia.

Pogba 7,5 – E’ uno spettacolo! Fantastico palla al piede, meraviglioso quando attacca gli spazi con la sua velocità e la sua tecnica. Mette a segno un gol che dimostra tutta la sua freddezza e le sue qualità. Rimane il vero gioiello di questa Juve.

Morata 6 – Si batte e cerca in tutti i modi di entrare nel tabellino dei marcatori, lo fa grazie alla trasformazione di un calcio di rigore. Non è ancora il Morata che tutti si aspettano, ma Allegri conosce le qualità dello spagnolo e sa che potrà dare una mano anche per il prossimo futuro. Sarà cosi?

Giovinco 8 – Il migliore in campo. La “formica atomica” regala giocate di altissimo livello per tutta la sua partita. Segna due gol, si guadagna un calcio di rigore e fa capire che il suo contratto andrebbe discusso e rinnovato. E’ l’attaccante o il trequartista che serve alla Juve di Allegri.

(65′ Coman 7) – Il voto è non tanto per la prestazione, ma per la dimostrazione di personalità e per il meraviglioso gol.

Allegri 7 – Fa giocare chi gioca meno, e motiva tutti in maniera impeccabile. Urla sempre alla ricerca della perfezione tattica. E’ la sua Juve, è la sua Juve.

 VERONA (4-3-1-2) Rafael 6, Sorensen 5, Marquez 5, Rodriguez 5, Agostini 5; Campanharo 5,5 , Tachtsidis 5 (dal 20′ s.t. Greco s.v.), Hallfredsson 6 (dal 24′ s.t. Martic s.v.); Valoti 5; Nico Lopez 5 (dal 39′ s.t. Cappelluzzo s.v.), Nené 5,5. All. Mandorlini 5

Giovanni Remigare