Juventus » diretta live » Post-Partita » Post-Partita, Coppa Italia, Juventus-Verona: statistiche del match

Post-Partita, Coppa Italia, Juventus-Verona: statistiche del match

Sebastian Giovinco - Getty Images

Sebastian Giovinco – Getty Images

POST-PARTITA COPPA ITALIA JUVENTUS-VERONA STATISTICHE DEL MATCH / TORINO – Negli Ottavi di finale di Tim Cup la Juventus batte il Verona con il punteggio tennistico di 6-1. Il tecnico Allegri ha fatto riposare gran parte dei titolari, ma le cosiddette “seconde linee” non hanno deluso, sciorinando un gran calcio e gol da applausi. Sul tabellino dei marcatori sono finiti uno strepitoso Giovinco (5′ e 46′), Pereyra (21′), Pogba (53′), Morata (63′) e Coman (79′). Per la squadra di Mandorlini ha realizzato il gol della bandiera Nenè (57′). Allegri ha adottato un modulo offensivo, una sorta di 4-3-3, con Storari alle spalle della difesa a quattro composta da Lichtsteiner, Bonucci, Ogbonna e Padoin, mentre ha schierato un centrocampo a tre con Pogba, Marchisio e Pereyra. In attacco un tridente composto da Pepe, Morata e Giovinco che si sono scambiati spesso di posizione creando seri grattacapi alla difesa scaligera. I bianconeri hanno avuto un possesso di palla del 59%, imponendo una supremazia territoriale di 13′ e 45″ e con una pericolosità del 99%. La Juve ha tirato in porta 19 volte, 11 nello specchio, mentre il Verona lo ha centrato in 3 occasioni su 9. La “Formica Atomica” è il calciatore che ha effettuato più tiri (6), seguito da Morata (4) e Pogba (3), mentre Marchisio è quello che ha completato più passaggi (64), precedendo Lichtsteiner (62). Il fatto curioso però sta nel dato che vede il Verona al primo posto delle palle recuperate, con Rodriguez e Campanharo ex aequo a 17 e il primo bianconero, sempre il “Principino”, in terza posizione a 16, seguito da Lichtsteiner a 15. I ragazzi di Mandorlini si consolano anche con la supremazia sui calci d’angolo (9 a 7). Da segnalare un’altra grande prova di Pogba, ma la palma del miglior gol spetta al gioiellino francese, Coman, che dopo un quarto d’ora dal suo ingresso ha realizzato una rete da cineteca, con la palla scagliata con un gran destro da fuori area che si è infilata sotto all’incrocio dei pali. Finalmente si è rivisto in campo lo sfortunatissimo “Speedy” Pepe, che ha dimostrato di aver recuperato appieno dai gravi infortuni in serie degli ultimi anni.

Diego Pedullà