Juventus » Juventus news » News, Moggi: “Io ero un chierichetto in confronto a Lotito”

News, Moggi: “Io ero un chierichetto in confronto a Lotito”

Luciano Moggi

Luciano Moggi

NEWS JUVENTUS MOGGI / TORINO – L’ex direttore generale della Juventus, Luciano Moggi, intervenuto ai microfoni di radio Crc ha espresso un suo parere sul campionato ed è tornato sulle parole di Lotito: “Risultati a sorpresa a Roma e Cesena? Le partite di ieri hanno dimostrato che l’ultima in classifica può competere con la seconda ed anche la penultima con la prima mettendola in difficoltà, per demeriti delle più forti. Distratti dalla Champions? Bisogna sempre guardare alla prossima partita e non a quelle che verranno. Certi errori però si commettono e Allegri se ha parlato del Borussia è perché glielo hanno chiesto in sede di conferenza. Napoli? Non è una grande squadra, deve sempre combattere per portare a casa i tre punti. Poi, non capisco perché Benitez dia poca importanza al centrocampo. La difesa azzurra ha bisogno del centrocampo perché ha bisogno di una copertura contro gli attaccanti veloci. Lotito? I presidenti delle squadre italiane lo apprezzano quando dice che possono prendere più soldi dai diritti televisivi senza il Carpi in serie A, ma adesso non parlano. In Italia è faticoso guardare al settore giovanile o pensare di costruire gli stadi per cui tutti i soldi devono arrivare dai diritti televisivi. Però uno come Lotito, questi discorsi non li può fare, anzi dovrebbe applaudire la stagione del Carpi. Io rispetto a lui ero un chierichetto perché non rivestivo cariche federali o di lega e poi perchè il mio lavoro è sempre stato motivato dai processi che hanno sentenziato: campionato regolare, partite non alterate per cui io sono solo colpevole di aver condotto un campionato regolare. Poi, le amicizie nell’ambito del calcio sono normali visti i tanti anni di attività. Lotito ha anche parlato di Beretta dicendo che conta poco e l’atteggiamento dei presidenti non ribellandosi hanno confermato le sue parole“.