Keita
Keita © Getty Images

Si fa sempre più ostile il clima tra la Lazio e Keita. La situazione è ormai chiara: l’attaccante è ormai separato in casa e vuole solo la Juventus, mentre il club capitolino non ha alcuna intenzione di accontentare il calciatore e abbassare le pretese per il suo cartellino. L’offerta del club bianconero è sempre ferma a 15 milioni di euro più 5 di bonus, ma la richiesta di Lotito non accenna a scendere sotto i 30 milioni. Sembra dunque difficile che le due parti possano trovare un accordo entro il 31 agosto, termine ultimo per il calciomercato Juventus, con i bianconeri disposti ad assicurarsi il senegalese solo nel 2018 a parametro zero. Il caso si fa dunque sempre più spinoso.

Juventus, Inzaghi attacca Keita

Anche Inzaghi non ha preso bene il comportamento dell’attaccante senegalese. Queste le parole del tecnico biancoceleste alla vigilia della sfida casalinga contro la Spal: “Keita è un giocatore su cui ho sempre puntato ad occhi chiusi. Nessun allenatore prima di me lo aveva fatto giocare così tanto. Ci avrei puntato anche per la Supercoppa, ma nell’ultima settimana ci sono stati atteggiamenti non giusti. Il certificato è una cosa sbagliatissima: si manca di rispetto alla società, ai giocatori e all’allenatore. Si può non essere contenti, ma bisogna comportarsi da uomini. È un’abitudine che deve cambiare per forza“. Parole, quelle di Inzaghi, che sanno di rottura totale. Il talento classe 1995 potrebbe inoltre essere multato. A nessuno in casa Lazio è piaciuto il comportamento dell’attaccante e una cosa è certa: il futuro di Keita è sempre più lontano da Roma.