Il calciomercato Juventus non finisce e nell’ultima decade di agosto prima del gong finale si attende l’approdo alla corte di Massimiliano Allegri di Leonardo Spinazzola. Il 24enne laterale sinistro umbro non ha risposto alla convocazione dell’Atalanta per la gara di oggi contro la Roma, e questo porterà inevitabilmente ad una rottura con la società bergamasca. Il giocatore non vuole aspettare un anno per andare ai bianconeri e preme per ottenere la cessione adesso. Gli orobici potrebbero anche decidere di punire Spinazzola relegandolo in tribuna per il resto della stagione. Ad ogni modo la Juventus pensa al piano oggettivo della situazione e se dovesse assicurarsi il mancino atalantino darebbe il via libera alla cessione di Asamoah, in scadenza di contratto nel 2018 e che è richiesto in Turchia.

Intanto con l’arrivo di Matuidi la Juventus non smette comunque di seguire altri obiettivi per il centrocampo. Sul taccuino di Marotta e Paratici ci sono sempre i nomi dei vari Kovacic (Real Madrid), Renato Sanches (Bayern Monaco) ed André Gomes (Barcellona), tutti relegati principalmente in panchina e desiderosi di mettersi in gioco. La Juventus potrebbe arrivare abbastanza facilmente ad uno di loro.

Calciomercato Juventus, un centrale la priorità ma occhio a Keita

I campioni d’Italia hanno bisogno anche di un difensore centrale di esperienza e spessore internazionale. Il nome più fattibile in tal senso in questo momento è quello di Ezequiel Garay: il 30enne del Valencia è valutato almeno 20 milioni di euro e ha rifiutato la corte dello Spartak Mosca di Massimo Carrera. La tenuta fisica dell’argentino ex Benfica e Zenit desta qualche dubbio, ma al prezzo giusto potrebbe rappresentare una buona opportunità per la Juventus. Stesso discorso per Keita Baldé, escluso dalla sfida di Supercoppa Italiana dalla Lazio proprio contro la Juventus. Il senegalese ha ormai rotto con i biancocelesti, con il tecnico Simone Inzaghi che ha criticato apertamente il calciatore. Trattare con Lotito non è facile, a causa soprattutto di rapporti non buoni con la Juve. I bianconeri però restano vigili.