Pagelle Juventus

La Juventus vince contro l’Olympiacos e si riprende dopo la sconfitta, nella prima giornata di Champions League, contro il Barcellona. I bianconeri hanno la meglio sugli ellenici dopo un primo tempo chiuso sullo 0-0 e che aveva fatto tremare i tifosi. Nella ripresa entra Gonzalo Higuain e la partita cambia. Il Pipita segna prima il gol dell’1-0 e poi serve a Dybala la palla che porterà poi al raddoppio di Mandzukic.

Juventus-Olympiacos, le pagelle dei bianconeri

Buffon 6.5 – L’Olympiacos non gli crea grossi grattacapi nel primo tempo, ma si fa trovare pronto quando Pardo lo impegna dalla distanza. Decisivo anche nella ripresa su un destro dalla distanza di Ofoe.

Sturaro 6 – Adattato come terzino destro, l’ex Genoa non delude. La grinta non manca mai e la prima grande occasione dei bianconeri porta il suo nome: colpo di testa da calcio d’angolo con Proto che gli nega la gioia del gol. Le qualità tecniche sono limitate, ma lui fa di tutto per aiutare la squadra. Dal’80’ s.t. Benatia s.v. 

Barzagli 6.5 – Allegri lo chiama il “Professore” e il soprannome gli calza alla perfezione. Non sbaglia nulla e segue sempre con attenzione l’azione. Invalicabile.

Chiellini 6 – Prestazione senza infamia e senza lode per il numero 3 bianconero che in coppia con Barzagli si trova a meraviglia.

Alex Sandro 7 – Comincia la partita commettendo un brutto errore regalando palla in difesa all’Olympiacos. Da quell’errore si rimette in careggiata e torna a correre come un forsennato sulla fascia. Dal suo mancino arriva il cross per il ritorno al gol di Higuain.

Matuidi 7 – Il francese sembra indossare la maglia bianconera da sempre. Si è perfettamente integrato negli schemi di Allegri e morde le caviglie a chiunque porti palla che non indossi i colori della Juventus. Mastino.

Bentancur 6.5 – In campo a pochi minuti dal fischio iniziale a causa di un problema fisico di Pjanic. Fa sentire subito i tacchetti agli avversari. Non ha ancora le geometrie del bosniaco, ma ha una garra uruguagia da far paura.

Cuadrado 5.5 – Fa tremare Allegri ed i tifosi bianconeri per una botta subìta in allenamento che mette in allerta Bernardeschi. Riesce a scendere in campo, ma la sua prestazione non punge. Dal 60’ s.t. Higuain 7.5 – Il Pipita risponde alle critiche dell’ultimo periodo con una rete fondamentale per il proseguo del cammino della Juventus in Champions. Si fa trovare prontissimo sul cross di Alex Sandro, prima con il sinistro respinto dal difensore greco e poi con il piattone destro che batte Proto. L’argentino è protagonista anche dell’azione che porta al gol del raddoppio. Higuain è tornato, difese avversarie tremate.

Dybala 5 – In campionato ha abituato fin troppo bene il popolo bianconero. In Champions non riesce ad incidere e a tratti pecca di egoismo cercando di risolvere la partita da solo. Il gol del raddoppio sarebbe il suo, ma il difensore dell’Olympiacos salva sulla linea spedendo la palla perfettamente sulla testa di Mandzukic. Insufficiente, ma già è stato perdonato.

Douglas Costa 6.5 – Una freccia sulla fascia mancina. Il brasiliano è definitivamente entrato negli schemi bianconeri. Dai suoi piedi partono diversi cross pericolosi. Dal’84’ s.t. Bernardeschi s.v. 

Mandzukic 8 – Per la seconda partita consecutiva schierato nel suo ruolo naturale di prima punta. Fa a sportellate con i difensori ellenici senza tirare mai indietro la gamba. Entra Higuain, si sposta sulla fascia mancina e con un tocco vellutato di prima dà il via libera a Sandro che metterà poi il cross per il gol di Higuain. Trova la rete un po’ fortunosamente, ma il croato è lì sempre ad annusare il profumo del gol.

a cura di Emanuele Catone (Twittere @CatoneEmanuele)