Pagelle Juventus

Una deconcentrata Juventus riesce a strappare un pareggio contro uno Sporting Lisbona particolarmente aggressivo. Il punto guadagnato va bene ai bianconeri, che si confermano al secondo posto nel Gruppo D, ma la prestazione della squadra di Massimiliano Allegri è deludente.

Sporting Lisbona-Juventus, le pagelle dei bianconeri

Buffon 6. Dal portiere più forte del mondo ci si aspetta di più. Viene chiamato poche volte in causa, ma sulla rete subita non è totalmente incolpevole: la respinta è troppo centrale. Sufficiente per un pelo.

De Sciglio 5,5. Ancora non ci siamo. Appena rientrato dall’infortunio, il terzino destro appare spaesato ed è troppo impreciso. Si spera sia un momento di passaggio, per adesso non raggiunge la sufficienza. Intimorito.  Dal 65′, Douglas Costa 6. Il brasiliano prova a dare la scossa, portando dinamismo e ritmo nell’azione bianconera. La sua grinta va premiata.

Barzagli 6. Calmo, forse troppo, nel primo tempo. Nella ripresa risulta provvidenziale il suo intervento su Gelson, lanciato verso la porta bianconera. In-certezza.

Chiellini 5. Serata no per Giorgione. La sua “troppa” cautela porta alla rete del vantaggio portoghese. Si preoccupa dell’eventuale fallo e si lascia saltare. Un po’ di colpa che gli costa la sufficienza.

Alex Sandro 5. Il brasiliano è inconsistente in entrambe le frazioni di gioco e non evolve, lasciando addirittura degli spazi utili al contropiede avversario. Prestazione da dimenticare.

Pjanic 6,5. Non entra subito in partita, come tutto il resto della squadra che dipenda da lui in fase di manovra. Conseguenzialmente, quando nella ripresa migliora il suo rendimento, l’intera squadra cresce e crea opportunità. Mezzo punto in più per la sua capacità di guidare la compagine bianconera.

Khedira 6.  Sfrutta diversi inserimenti e  manca il gol del pareggio su un facile appoggio di testa per l’1-1 pochi istanti dopo il gol dello Sporting. Impreciso, ma volenteroso. Dal 70′, Matuidi 6,5. Una marcia in più rispetto al tedesco. Recupera e si lancia all’attacco, cercando il pareggio bianconero.

Cuadrado 6,5. Male, malissimo nei primi 45 minuti. Pecca anche lui nel momento del gol biancoverde. Poi ritrova la diritta via, diventando un problema per la difesa portoghese. Quando esce De Sciglio si sposta sulla linea di difesa come terzino e trova l’assist per il pareggio firmato Higuain. Prezioso bipolarismo.

Dybala 5.  Fatica ancora ad emergere il talento argentino in Europa. Lontanissimo dalle prestazioni a cui ha abituato i suoi tifosi. Le qualità ci sono, ma oltre i confini italiani ancora non si vedono. Dal 82′, Bernardeschi: senza voto.

Mandzukic 6. Corsa e grinta, e un cartellino giallo rimediato nella prima mezz’ora. In una Juventus complessivamente deludente, lui è l’unico a non perdere mai la determinazione. Carattere da sufficienza, prestazione mediocre.

Higuain 6,5. Molto attivo nei primi minuti, poi più spento. Si riscatta con il gol, il terzo consecutivo in questo ritrovato fervore realizzativo. Lo scavetto d’artista è da attaccante puro, esattamente quello che ci si aspetta da lui.

All. Allegri: 6. Nel primo tempo i suoi giocatori in campo sono spaesati, confusi, sbagliano senza costruire. Il suo discorso negli spogliatoi ha il merito di invertire la rotta. Tutto sommato, gli ottavi di finale sono più vicini.

Alessandra Curcio