Bentancur
Bentancur © Getty Images

Il centrocampista della Juventus Rodrigo Bentancur ha rilasciato un’intervista ai microfoni di ‘Sky Sport’.

Juventus, le parole di Bentancur

Dal suo approdo in bianconero, Bentancur è migliorato molto. Il giocatore ha svelato quali sono i movimenti che gli chiede l’allenatore: “Allegri mi chiede di passare la palla velocemente e in verticale non in orizzontale. Mi chiede di essere un po’ più aggressivo nel marcare l’avversario. In allenamento sto già iniziando a lavorare su questo, la cosa principale che mi chiede sono i passaggi in verticale per rompere le linee avversarie, in modo da servire la davanti Dybala e Higuain”. L’uruguaiano ha poi analizzato la sfida con i blaugrana di mercoledì: “Contro il Barcellona è stato un ottimo punto. Non abbiamo trovato la via del gol, è vero, ma abbiamo dimostrato solidità difensiva, quindi bene. Siamo tutti coscienti e vogliosi di vincere, d’altronde ce lo chiedono la storia di questo club e anche la qualità di questo gruppo”. Un commento poi sul compagno Buffon: “Lo conosco da qualche mese, mi ha fatto effetto vederlo triste dopo l’esclusione dell’Italia, ma so che sono cose che capitano nel calcio. È tornato con la voglia di sempre, di fare il massimo nel suo club”. Sulla lotta Scudetto ha dichiarato: “Il Napoli è il nostro principale avversario, è distante 4 punti e fra poco lo affronteremo, ma dobbiamo pensare a una partita alla volta, cominciando da domenica”. Infine qualche battuta sui giocatori che il centrocampista della Juventus ammira: “Mi ispiro a tanti centrocampisti, come per esempio Iniesta. Ma più di tutti guardo al mio compagno Pjanic, che posso vedere allenarsi giorno per giorno e dal quale imparo davvero molto”.