Marko Pjaca
Marko Pjaca ©Getty Images

Il primo affare di questa sessione invernale di calciomercato Juventus è stato la cessione in prestito di Marko Pjaca. L’attaccante classe 1995, reduce da un lungo stop per la rottura del legamento crociato del ginocchio, è finito allo Schalke 04 con lo scopo di ritagliarsi un ruolo da protagonista per dimostrare di poter riprendersi la Juventus. Intervistato ai microfoni di ‘RadioVS’, Marko Naletilic, agente del croato, ha parlato della scelta del suo assistito: “Marko non vuole lasciare la Juventus, ma solo andare al Mondiale. Questo è il motivo del suo prestito allo Schalke. Le partite con la primavera bianconera lo hanno rimesso in forma ed ora il ragazzo è più che mai consapevole di esser tornato”.

Juventus, Pjaca vuole il Mondiale

Il 22enne, che non vuole lasciarsi scappare il Mondiale, ha dunque preferito trasferirsi in un club che gli garantisse un ruolo da protagonista sin da subito: “Abbiamo convinto noi Marotta e Paratici. L’allenatore dello Schalke, Domenico Tedesco, ha giocatore un ruolo fondamentale nella trattativa. Stravede per Marko e gli ha garantito un posto da titolare. Lui è forte, vuole dimostrarlo anche in questa grande squadra della Bundesliga”. La Juventus dovrà fare a meno di Paulo Dybala per almeno un mese e mezzo. Chissà quali scenari si sarebbero aperti in casa bianconera con Pjaca ancora in rosa: “Se avessimo saputo prima dell’infortunio di Dybala, però, chissà come sarebbero andate le cose…”. Infine, Naletilic ha parlato del ruolo del giovane talento croato: “Pjaca può fare anche la prima punta, diversamente da Higuain ovviamente. Deve imparare meglio i movimenti, ma il futuro è tutto suo. Di certo andrà al Mondiale, il nostro allenatore non vede l’ora di averlo a disposizione”.