Non ci stanno i tifosi della Juventus. Non accettano di vedersi tagliati fuori senza motivazioni che ritengano valide. E fanno sentire la propria voce. Tutto nasce dalla questione giudiziaria che tiene banco da diversi mesi in casa Juventus circa i presunti rapporti illeciti tra la dirigenza bianconera e una parte degli ultras. Per questa questione il presidente bianconero Andrea Agnelli era stato prima condannato, e poi assolto successivamente dalla Corte Federale D’Appello, che ha respinto però il ricorso della società e ha confermato la chiusura della “Curva Sud” dell’Allianz Stadium per il match casalingo contro il Genoa. Non ci saranno, dunque, gli ultras bianconeri nel posticipo della 21ª giornata, in programma lunedì 22 gennaio alle 20.45 contro il Genoa.

Juventus-Genoa: la Curva Sud si ritroverà fuori dallo stadio a supportare la squadra

I tifosi, però, si stanno muovendo contro questa decisione. Fanno fatica a comprendere le motivazioni esposte dal Collegio e hanno deciso di organizzare una class action per protestare contro la chiusura della curva. Prima di tutto è partita la mobilitazione attraverso le immagini eloquenti che circolano in rete. «Chiudete gli spazi, ma non imbavaglierete la passione!»: così recita il volantino apparso sui social network che ricorda a tutti i fan bianconeri il ritrovo in occasione della partita. L’appuntamento è previsto per le ore 20.00 sul piazzale antistante la curva per non far mancare in ogni caso il proprio sostegno alla squadra durante un match molto importante per il campionato della Juventus. I tifosi non abbandonano i propri beniamini, tra i quali c’è sicuramente anche Claudio Marchisio, tra i più amati dal popolo bianconero, la cui permanenza nella squadra pluricampione d’Italia è però sempre più in bilico.

Alessandra Curcio