Gianluigi Buffon
Gianluigi Buffon © Getty Images

Il giorno dopo tocca ai rimpianti. Quando la sconfitta arriva inaspettata, c’è da capire dove sono le colpe, cosa e quanto si può migliorare. Ci sono ancora 90 minuti per fare bene e prendersi quella qualificazione ai quarti di Champions League che il pareggio di ieri contro il Tottenham ha allontanato dalle mani della Juventus. E a proposito di mani, quelle del numero 1 bianconero non sono state completamente incolpevoli sulla seconda rete degli Spurs, che ha di fatto completato la rimonta della squadra inglese, dopo un iniziale doppio svantaggio. Il capitano della Juventus si è però dimostrato decisivo in altre occasioni nel match che ha visto l’impeto bianconero spegnersi lentamente. Dopo aver annunciato il suo ritiro dopo questa stagione, Buffon ha recentemente dichiarato che la sua volontà non è quella di smettere di giocare. 

Mario Basler su Buffon: “Non è più un portiere da livello internazionale”

In molti si augurano che Gigi Buffon decida di rinnovare ancora il contratto che lo lega alla Juventus e che rimandi il ritiro. Tra questi sicuramente non c’è Mario Basler, ex centrocampista della Germania campione d’Europa nel 2006, che durante la trasmissione televisiva tedesca “Fantalk” ha pesantemente attaccato l’estremo difensore bianconero: «Gigi è stato un portiere eccezionale, ma a volte ci si lascia sfuggire l’occasione di ritirarsi. Capita di perdere il momento giusto per farlo, io ho smesso a 33 anni – ha detto Basler, ora 49enne -. La società e l’allenatore avrebbero dovuto dirgli che era arrivato il momento di smettere. Forse Buffon ha grande voglia di vincere la Champions League, ma non è più un portiere da livello internazionale. Con lui la Juventus non potrà vincere la coppa».

Alessandra Curcio