matuidi
Blaise Matuidi © Getty Images

Come prevedibile, ieri sera la Juventus ha pagato a caro prezzo l’assenza di Blaise Matuidi e la mancanza di un sostituto altrettanto valido dal punto di vista fisico ed anche tecnico. Nessuno riesce, nel novero dei centrocampisti del club campione d’Italia, a garantire lo stesso mix di quantità e qualità offerto dall’esperta mezzala francese, abilissimo anche negli inserimenti. Una prerogativa che ieri alla Juventus è venuta meno e che questo Marchisio, Sturaro e Bentancur non sono in grado di dare. Non a caso nessuno dei tre è stato impiegato dall’inizio, nonostante alla vigilia del match contro gli inglesi proprio Bentancur sembrava potesse nutrire delle possibilità di poter essere inserito nell’undici iniziale.

Centrocampista Juventus
Claudio Marchisio © Getty Images

Juventus, ieri si è capito: Matuidi è fondamentale e nessuna riserva è alla sua altezza

Ad ogni modo, Matuidi è di un altro livello rispetto al giovane e comunque bravo centrocampista sudamericano. Il quale però ha altre caratteristiche. Che al momento servono meno alla Juventus rispetto a quanto garantisce Matuidi. E per il derby contro il Torino di domenica prossima pare che Allegri – che pure ha sbagliato alcune cose col Tottenham –  sarà costretto a fare a meno di Khedira. Il tedesco è uscito dolorante ieri ed è a rischio turnover per la stracittadina contro i granata. Ma in virtù di ciò si sarebbe dovuto fare qualcosa sul calciomercato.

Ed anticipare le mosse che sicuramente verranno attuate nella prossima sessione estiva per rinnovare il reparto nevralgico del campo avrebbe avuto risvolti sicuramente positivi. Anticipare l’arrivo alla Juventus di Emre Can è risultato impossibile, ma Marotta avrebbe potuto cercare qualcuno per rimpolpare il capitale umano a disposizione di Allegri. Adesso invece mancano uomini, ed anche se Matuidi è in via di miglioramento, bisogna augurarsi che non capiteranno più infortuni a complicare i piani dell’allenatore.