SONDAGGI ELETTORALI ELEZIONI POLITICHE 2018, piccoli spostamenti nelle intenzioni di voti in vista del 4 marzo.

Mancano ventuno giorni alla fatidica data del 4 marzo 2018, quando il popolo italiano sarà chiamato alle urne per eleggere il nuovo governo. E in questi giorni di dura campagna elettorale, scontri dialettici accesi e accuse, i sondaggi impazzano su tv e giornali. Gli ultimi dati forniti dalle varie agenzie che si sono occupate dell’argomento, confermano il trend: il centrodestra continua ad essere in vantaggio, inseguito dal Movimento Cinque Stelle. Il centrosinistra, invece, è stabile.

Sondaggi Elettorali, elezioni politiche 2018: i dati del centrodestra

All’interno della coalizione del centrodestra, secondo i dati forniti dall’ultimo sondaggio realizzato da Emg Acqua per La7 il 12 febbraio, è il partito di Forza Italia di Silvio Berlusconi ad essere cresciuto (+0.3%) nell’ultima settimana attestandosi a quota 16.1%. Perde uno 0.4% la Lega Nord di Matteo Salvini, adesso al 13.9%, mentre restano stabili Fratelli d’Italia (4.6%) e Noi con l’Italia-UDC (2.8%). In totale l’intero gruppo è adesso al 37.4%.

Sondaggi Elettorali, elezioni politiche 2018: i dati del centrosinistra

Perde terreno e scende sotto il 23% il Partito Democratico di Matteo Renzi. Sempre secondo le stime raccolte da Emg Acqua per La7, il principale partito della coalizione del centrosinistra ha perso lo 0.2% attestandosi a quota 22.8%. Cresce, invece, il partito di Emma Bonino dello 0.2% (2.1%), mentre sono invariati i dati Insieme (1.6%), Civica Popolare con Lorenzin (1%) e SVP (0.4%). In totale, la coalizione raggiunge il 27.9%.

Sondaggi Elettorali, elezioni politiche 2018: i dati del Movimento Cinque Stelle

In crescita dello 0.1% il Movimento Cinque Stelle guidato da Luigi Di Maio, che arriva così al 27.3% nelle intenzioni di voto alla Camera confermandosi come principale rivale della coalizione di centrodestra. Per quanto riguarda gli altri partiti, Liberi e Uguali scende al 5.2%, stabili Potere al Popolo (0.8%) e Casa Pound (0.6%). Scende, invece, la percentuale degli indecisi: come riportato dai dati di Emg Acqua per La7, il 12.6% non sa per quale partito votare, il 2% ha intenzione di votare scheda bianca mentre l’astensionismo si attesta al 31.1% (-0.8% rispetto al precedente rilevamento).