Walter Mazzarri © Getty Images

Walter Mazzarri, allenatore del Torino, ha parlato alla vigilia del suo primo derby della Mole. Intervenuto in conferenza stampa, il tecnico granata ha caricato la sua squadra: “Il risultato dipende dalla prestazione. Contro l’Udinese non è arrivata una grande prestazione, abbiamo avuto una partenza non buona. C’è da migliorare sotto diversi aspetti. Dobbiamo lavorare su noi stessi: se lavoriamo bene, possiamo creare difficoltà a tutti. Dipende da noi. La settimana è sacra. La domenica si deve mettere in pratica ciò che si prova”. L’ex allenatore Napoli e Inter ha poi espresso parole di elogio nei confronti della Juventus: “Quando affronti la squadra migliore in Italia per tiri subiti che subito solo un gol nelle ultime 11 partite, sai la difficoltà dell’incontro. Avranno fame e voglia. I numeri dicono tutto di loro, non c’è bisogno di aggiungere altro”.

Juventus, Mazzarri parla in conferenza

Su Allegri: “Ho grande stima di lui. Credo nell’essere e non nell’apparire e lui ha dimostrato molto nel corso della propria carriera e alla Juventus. Contano i fatti e lui ha dimostrato tanto. Credo che ci sia stima e rispetto reciproco”. L’allenatore granata non pensa ai precedenti poco favorevoli al Torino: “Chi vive di risultati deve guardare l’attualità. Non mi interessa se il Toro ha vinto pochi derby negli ultimi 20 anni. Devo lavorare con i calciatori che sono qui e trasmettergli certi concetti. Aspetto di vivere il derby. Sicuramente ne sento parlare già tanto, dal primo giorno che sono qui”. Il Torino potrebbe inoltre fare un’importante favore al Napoli, l’ex squadra del tecnico toscano: “Dobbiamo giocare per i nostri tifosi, per la nostra maglia. Poi sapete che il rapporto con il Napoli è splendido”. Infine, Mazzarri ha commentato il confronto tra Belotti e Higuain: “Andrea ha doti importanti altrimenti non avrebbe fatto 26 gol. Lui non deve confrontarsi con nessuno, deve guardare solo a sé. Così diventerà un grandissimo calciatore”.