Pavel Nedved, Fabio Paratici e Andrea Agnelli
Pavel Nedved, Fabio Paratici e Andrea Agnelli ©Getty Images

BENEVENTO JUVE NEDVED SCORTATO / Quattro gol al Benevento per scacciare l’incubo Real Madrid. Nonostante i due gol subiti e la gara sofferta, la Juventus non inciampa nella trappola del ‘Vigorito’ e riprende la sua corsa verso lo scudetto. Tre punti fondamentali, che nel peggiore dei casi terrebbero il Napoli a quattro punti di distanza. Anche ieri, però, non sono mancate le polemiche. I due rigori concessi alla Juve hanno fatto infuriare i tifosi campani, che hanno fatto scattare numerosi cori al grido ‘ladri, ladri’. In un clima rovente, il vicepresidente bianconero Pavel Nedved si è reso protagonista di un episodio alquanto insolito.

Benevento-Juve, clima rovente in tribuna: Nedved esce scortato dagli steward

L’ex centrocampista della Juventus e attuale vicepresidente del club non avrebbe infatti gradito tale atteggiamento dei tifosi, rispondendo a tono: “Se questo non è rigore, non capisco un c…. di calcio“. Le parole del ceco non hanno fatto altro che infuocare ulteriormente il clima in tribuna, costringendo il dirigente ad abbandonare la tribuna scortato dagli steward presenti. Un episodio, questo, che non fa di certo onore ai tifosi giallorossi.

Siamo stati selezionati da Google News come sito accreditato, seguici sempre con un CLICK