Gianluigi Buffon ha scritto la storia della Juventus e del calcio italiano. Domani ci sarà una conferenza stampa in cui potrà chiarire il proprio futuro, sembra sempre più vicino il suo addio al calcio giocato. 40 anni e non sentirli: Gigi si è sempre dimostrato un portiere di sicura affidabilità. Un grande campione grazie alla quale la formazione bianconera ha vinto sette scudetti negli ultimi sette anni, una bandiera che non ha lasciato il club neanche nel difficile momento della Serie B post Calciopoli. Oggi sua sorella Veronica ha parlato a Tuttosport delle ultime settimane da calciatore di suo fratelllo: “Non ci ho ancora pensato, perché sinceramente più lo vedo in campo e meno mi sembra un giocatore sul viale del tramonto. Deve smettere perché ha 40 anni, e allora? Parliamo del portiere protagonista del settimo scudetto consecutivo vinto dalla Juventus e della quarta Coppa Italia. E in Champions League, al Bernabeu, aveva fatto una prestazione fantastica”.

Barzagli Juve-Bologna
Barzagli e Buffon ©Getty Images

Tutto per la Juventus

Gigi non ha mai mollato, il suo unico pensiero è sempre stato fare il meglio per la Juventus. La sorella lo sa bene e prosegue: “Mio fratello ha dato sempre tutto se stesso per la Juventus e per la Nazionale. Davvero non mi sembra l’ora dell’addio. Gli occhi di Gigi non mi trasmettono la sensazione che voglia smettere. Gliel’ho detto tante volte, ma Gigi è un buono, la mette sul ridere e mi risponde quasi sempre: “Forse è meglio così”. Da sorella, e da ex sportiva, mi sarei voluto sentire dire “Smetto perché non ne ho più”. Ma non è così”.