Ritorno Bonucci, Calciomercato Juventus: fischi alla Continassa

0
39
Leandro Bonucci
Leandro Bonucci ©Getty Images

Dopo l’arrivo di Cristiano Ronaldo alla Juventus si sono registrate altre due manovre di calciomercato straordinarie e imprevedibili. L’addio, necessario, di Gonzalo Higuain e il ritorno, sorprendente, di Leonardo Bonucci.

Il difensore della Nazionale Italiana ha deciso di lasciare il Milan dopo solo una stagione in rossonero, ma sopratttutto ha voluto fortemente ritornare alla Juventus. Il suo arrivo completa un reparto difensivo già forte e ben rodato, da ad Allegri la consapevolezza di avere una difesa arcigna e collaudata, ma il suo ritorno non è stato visto benissimo da tutti nell’ambiente bianconero.

Juventus, Bonucci è arrivato alla Continassa

Leonardo Bonucci
Leonardo Bonucci ©Getty Images

I tifosi della Juventus sono storicamente molto sereni nell’accettare l’addio di un campione, ne comprendono le motivazioni, che siano di natura umana, economica o di ambizioni sportive. Ma, in questo caso c’è un ma, infatti Bonucci ha lasciato la Juve per andare al Milan, guadagnare di più e cercare di farsi una nuova carriera lontano da quei colori che lo hanno reso forte e vincente, quelli bianconeri. La stagione è passata, ma i risultati sono stati tutt’altro che soddisfacenti, ora il ritorno.

Come dicevamo, i supporters juventini questa volta non sono molto disposti ad accettare scuse e non vedono di buon occhio il ritorno dell’ormai ex 19 rossonero. Infatti, questo pomeriggio presso la Continassa, campo di allenamento della Juventus, Leonardo è stato accolto da alcuni tifosi che hanno fischiato e cantato “provocatoriamente” sciacquati la bocca. Un’accoglienza che anche Leonardo probabilmente si aspettava, come è altrettanto vero che ci sarà tutta la stagione per far ricredere i tifosi della Juventus con prestazioni alla Bonucci.

Fischi e contestazione per il ritorno di Bonucci

Leonardo Bonucci – Getty Images

I tifosi sono molto suscettibili e non accettato quel “tradimento” maturato 11 mesi fa, adesso ci vuole davvero un grande Bonucci per far ricredere tutti e far passare l’arrabbiatura che si percepisce a Torino e in tutta Italia. In pochi vedono l’arrivo dell’ex Bari come un rinforzo per la squadra di Allegri, anzi in tanti avrebbero preferito poter lanciare Caldara nel ruolo di centrale difensivo anche in prospettiva futura. Chi avrà ragione? Chi ha voluto rimettere in gioco e in campo il figliol prodigo, o i tifosi con il dente avvelenato?