Cristiano Ronaldo, Juventus

La Juventus ha pareggiato 2-2, nel Boxing Day di Santo Stefano, all’Atleti Azzurri d’Italia contro l’Atalanta di Gasperini. Ecco le parole di Allegri.

Niente vittoria per la Juventus, i bianconeri hanno pareggiato per 2-2 sul campo dell’Atalanta, a Bergamo all’Atleti Azzurri d’Italia. La squadra di Massimiliano Allegri era andata in vantaggio, subito, grazie all’autogol di Djimsiti, prima di subire la rimonta nerazzurra con la doppietta di Duvan Zapata. Nel secondo tempo, poi, il tecnico è stato costretto a mettere in campo Cristiano Ronaldo, partito in panchina, per riprendere il risultato. E’ proprio del portoghese il gol nel finale, del 2-2, con il quale la Juventus ha portato a casa un punto. Da segnalare, anche, l’espulsione per doppio giallo a inizio ripresa per Rodrigo Bentancur. Ecco le parole nel post-partita del tecnico livornese.

Juventus, le parole di Allegri

Massimiliano Allegri, Juventus

Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus, è stato intercettato in zona mista e ha commentato il pareggio conquistato, nel finale, a Bergamo contro l’Atalanta di Gasperini: “Nell’unica loro azione seria abbiamo preso gol, sono soddisfatto perché abbiamo fatto comunque un buon primo tempo. Potevano, anche, andare sul 2-0 ma sapevamo che sarebbe stata una grande lotta oggi; sono soddisfatto perché abbiamo conquistato un buon punto, contro una squadra forte. – Sulla sua arrabbiatura – Mi avete visto arrabbiato? Ogni tanto credo possa succedere anche a me, parliamo però della partita che preferisco.

Aurelio De Laurentiis, presidente del Napoli, aveva parlato cosi nei giorni scosi dell’arbitro assegnato per la gara contro l’Inter, a suo dire imparziale: “Sono molto preoccupato, con noi non è mai stato imparziale ma sempre cattivo. Mazzoleni Mazzoleni, poi Rizzoli Rizzoli.. mi state dando una brutta notizia: mi raccomando, comportatevi dovete comportarvi bene”.

Massimiliano Allegri ha voluto, nel post-partita di oggi, commentare queste dichiarazioni senza però far riferimento al presidente del Napoli: “A me dispiace nel calcio italiano non c’è voglia di migliorare in nessun modo. Io non parlo di arbitri, ma poi noi vinciamo le partite e nessuno dice niente come sabato a Roma. Certo però i presidenti dovrebbero parlare di meno e indirizzare meglio i tifosi”.

Siamo stati selezionati da Google News come sito accreditato, seguici sempre con un CLICK