Sarri, annuncio shock: “Dopo la Juve potrei anche smettere”

0
15

L’annuncio di Sarri: “Tornare al Napoli? Dopo la Juve potrei anche smettere”. Le parole dell’allenatore nella conferenza stampa pre-partita.

Sarri verso Napoli-Juve
Sarri verso Napoli-Juve

L’allenatore della Juventus Sarri ha parlato in conferenza stampa in vista della partita di campionato di domani sera contro il Napoli e inevitabilmente le domande dei giornalisti sono partite dai sentimenti che proverà nell’affrontare la sua ex squadra. «Per me sarà una partita particolare, ma la cosa che conta è l’obiettivo collettivo: quello di portare a casa i tre punti in una gara complicata».

L’arma in più della Juventus potrebbe essere Bentancur. «Il nostro giocatore più forte negli inserimenti è Khedira. Bentancur sta iniziando a farlo. E’ un giocatore con grandi margini di crescita che ci dà equilibrio, che ci consente tutte le soluzioni, con grande dinamismo e ottima tecnica».

Domani sarà una partita da ex anche per Higuain, che ha già colpito contro il Napoli. «La decisione su Higuain titolare o meno sarà prettamente tattica» ha precisato perà Sarri. Sarà una partita molto difficile: «Mi aspetto una partita difficile. Il Napoli
è una squadra forte che anche nei momenti difficili sa essere pericoloso in una partita secca. Ha una classifica che non rispecchia il suo andamento. E avrà grandi motivazioni».

napoli juventus probabili formazioni
napoli juventus probabili formazioni

LEGGI ANCHE >>> Il pensiero di Sarri sulla formazione della Juventus

Sarri parla in vista del Napoli

Sarri ha puntualizzato quali sono i punti di forza del Napoli. «Sta cambiando da Ancelotti e Gattuso. Stanno lavorando per migliorare la solidità, perchè poi rimangono una squadra sempre pericolosa in fase offensiva».

Nel corso della conferenza stampa ha comunque colpito molto un annuncio fatto da Sarri: “Tornare un giorno al Napoli? Adesso non ho questo tipo di pensieri. Dopo questa esperienza potrei anche smettere, dovremo vedere quante energie sono rimaste e se penserò di poter fare ancora bene”.